Matteo Salvini #ilMilitante. Seconda edizione ampliata e aggiornata

Free sample

Candidato premier della Lega. Aspirante leader del centrodestra. Figura di riferimento della nuova destra italiana. Matteo Salvini si è giocato tutto in vista delle elezioni Politiche del 2018, sfruttando la sua natura camaleontica e la grande abilità comunicativa. Semplice militante senza alcuna esperienza di governo, il successore di Umberto Bossi è un rottamatore come ‘l’altro Matteo’, Renzi. Ma lo è diventato a sua insaputa. Sempre un passo indietro rispetto alla vecchia guardia, Salvini si è trovato al posto giusto nel momento giusto. E ha messo a frutto un quarto di secolo di attività politica giocata quasi sempre sulla provocazione e la capacità di suscitare scandalo. In Consiglio comunale a Milano, la sua città. Nelle proteste di piazza. E nella direzione di Radio Padania, dove ha mandato in onda per anni una contro-storia italiana, prima di scoprirsi nazionalista e andare a cercare voti anche al Sud: nel simbolo della sua Lega, non c’è più spazio per il Nord. Il suo slogan è diventato prima gli italiani. Il suo modello sono Vladimir Putin, Donald Trump e Marine Le Pen. Ma alla fine ha dovuto tornare ad allearsi con Silvio Berlusconi.
Chi è Matteo Salvini? Potrà davvero diventare un premier della terza repubblica?
Read more
3.8
9 total
Loading...

Additional Information

Publisher
goWare
Read more
Published on
May 8, 2015
Read more
Pages
114
Read more
ISBN
9788867973569
Read more
Language
Italian
Read more
Genres
Biography & Autobiography / Political
Political Science / Political Process / Leadership
Political Science / Political Process / Political Parties
Read more
Content Protection
This content is DRM free.
Read more
Read Aloud
Available on Android devices
Read more

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
«Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora ci vuole un grande consenso, una grande credibilità politica e la capacità di colpire esosi e intollerabili privilegi. Se questi elementi non ci sono, l’operazione non può riuscire».

Roma, 28 luglio 1981. L’intervista rilasciata da Enrico Berlinguer a Eugenio Scalfari contiene una scudisciata che il giorno dopo farà sobbalzare i lettori della «Repubblica» e mezza classe politica italiana: «I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela». Nessun leader, nel tempo della Prima Repubblica – con l’esclusione dell’antisistema Marco Pannella – aveva mai osato tanto. Sono passati più di trent’anni da quel giorno. Trent’anni di questione morale. Trent’anni di rabbia e di oblio. È stato più di trent’anni fa, che in un’estate calda Enrico Berlinguer ha coniato – in un’intervista che sarebbe entrata in tutti gli archivi – questa locuzione destinata a raccontare l’Italia di allora, quella di Mani pulite (che sarebbe arrivata undici anni più tardi) e – purtroppo – anche quella che stiamo vivendo, nel tempo dei pizzini, degli appalti facili, della P3 e della P4.
Dalla Prefazione
di Luca Telese

Enrico Berlinguer, nato a Sassari nel 1922, è stato segretario del Partito comunista italiano dal 1972 fino alla sua morte, avvenuta nel 1984. Portò avanti il cosiddetto “eurocomunismo”, ossia il tentativo di costruire un comunismo diverso da quello sovietico, oltre che un avvicinamento alla Nato e al mondo dell’industria. La questione morale è stata un tema cardine della sua politica.

Eugenio Scalfari, nato a Civitavecchia nel 1924, nel 1976 ha fondato il quotidiano «la Repubblica», di cui è stato direttore fino al 1996. Attualmente ne scrive gli editoriali per l’edizione domenicale e cura una rubrica su «l’Espresso». È stato insignito di numerose onorificenze e premi per il giornalismo. È autore di opere di grande successo quali Per l’alto mare aperto (2010), L’uomo che non credeva in Dio (2008) e Scuote l’anima mia Eros (2011).
Con questo libro, che verra bollato spregiativamente come "revisionista," viene scoperchiato un santuario. Che Guevara era davvero un eroe senza macchia e senza infamia? Che Guevara era un assassino o un filantropo? Che Guevara era un buon economista? Che Guevara era il difensore dei piu poveri e dei diversi? Che Guevara era medico oppure no? Queste sono alcune delle domande a cui risponde questo libro, che getta luce su una delle figure piu idolatrate del XX secolo.Grazie alla documentazione e alle testimonianze riportate in queste pagine, emerge a chiare lettere che il guerrigliero argentino era una specie di "macchina di morte." Disse, nel 1964, all'Onu: "Fucilazioni? Siiii, abbiamo fucilato. Continuiamo e continueremo a fucilare finche sara necessario. La nostra lotta e una lotta fino alla morte"! Scrisse in una lettera a sua moglie: "Mia cara: mi trovo nella selva cubana, vivo e assetato di sangue." Tra le altre sostenne: "La via pacifica e da scordare e la violenza e inevitabile. Per la realizzazione di regimi socialisti dovranno scorrere fiumi di sangue nel segno della liberazione, anche al costo di milioni di vittime atomiche." Il noto attore e regista Andy Garcia ha detto di lui: "La gente indossa la maglietta con il suo volto come un'opera di pop art. Ma non sanno nemmeno chi fosse. Sembra una rock star. E invece fece uccidere moltissime persone senza processo e senza che avessero la possibilita di difendersi."LEONARDO FACCO e giornalista ed editore. Ha lavorato e collaborato per anni con diversi quotidiani e settimanali italiani. Attualmente e direttore della rivista libertaria Enclave.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.