Armando Saitta. Due storie d'Europa

Sapienza Università Editrice
Free sample

Il testo si compone di due saggi scritti da Armando Saitta: Dalla Res Publica Christiana agli Stati Uniti di Europa (1948) e L’idea di Europa dal 1815 al 1870 (1956). La convinzione è quella di poter offrire una visione organica della storia europea che copre l’intera modernità, ne coglie i nodi problematici, ne evidenzia le tensioni con lo spirito nazionalista. Del resto, le ragioni con cui Saitta guardava all’Europa erano tutt’altro che un mero interesse storiografico ma una pratica di vita alla quale conformarsi. Pur nel suo stile erudito, la lettura europea di Saitta risulta un testo importante per comprendere la volontà di ri­scossa di quella generazione uscita annichilita dal venten­nio fascista. L’Eu­ropa, la sua sto­ria, la convinzione di una stretta connessione con la dimensione euro­pea per la più esatta comprensione della storia d’Ita­lia, sono una co­stante di fondo del modo di fare storia di Saitta; una bus­sola efficace per orientarsi nella sua vasta produzione storiografica.

Alessandro Guerra insegna Storia moderna presso il Dipartimento di Scienze Politiche di Sapienza Università di Roma. È autore di saggi sulla storia religiosa in età moderna, sulla Rivoluzione francese e sull’esperienza del Triennio repubblicano in Italia.
Read more
Collapse
Loading...

Additional Information

Publisher
Sapienza Università Editrice
Read more
Collapse
Published on
Jul 19, 2018
Read more
Collapse
Pages
216
Read more
Collapse
ISBN
9788893770798
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
History / Europe / General
History / General
History / Historiography
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Read Aloud
Available on Android devices
Read more
Collapse

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
La prospettiva di discipline ed esperienze di­verse serve agli autori dei saggi di questo volume per guardare all’Europa e alle sue rappresentazioni e rintracciare compiutamente la sua natura concen­trica. Questo libro è un tentativo di dare un volto e riscoprire la plurale complessità della storia europea e, senza cadere nelle secche del presenti­smo, riflettere sul passato per osservare il presente. Fin dalla fondazione greca, l’uomo europeo prima di tessere continuità ha evidenziato limiti e fratture: il tempo dell’Europa è esperienza. Apparentemente l’Europa è sospinta alla periferia politica ed economica dello spazio globale, più capace di mostrare i propri problemi di quanto non sia grado di mettere a tema il proprio contributo, ciononostante l’Europa e la sua storia rimangono un vivace laboratorio critico di teorie e pratiche collettive, di conflitti fra retori­che discorsive e ricomposizione giuridica, fra sfide economiche e deco­struzione delle istituzioni statuali. E questa idea e pratica d’Europa può tornare utile nell’attuale crisi europea, nella prospet­tiva del rilancio di un processo costituente per l’Europa politica e so­ciale, su cui molto insistono gli autori di questo volume.

Alessandro Guerra insegna Storia moderna presso il Dipartimento di Scienze Politiche di Sapienza Università di Roma. È autore di saggi sulla storia religiosa in età moderna, sulla Rivoluzione francese e sull’esperienza del Triennio repubblicano in Italia.

Andrea Marchili svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche di Sapienza Università di Roma. È autore di saggi sul pensiero politico di Rousseau, sulla critica della democrazia nell’Ottocento e su alcune esperienze intellettuali novecentesche.
Una storia vera? Probabilmente. Forse tu che leggi potrai aiutare l’autrice a scoprirlo e a darci indizi sempre nuovi sulla vera identità di Berta, la straordinaria protagonista di questa storia. Questo romanzo è frutto di una serie di sogni dell’autrice, dove la protagonista le ha narrato la sua vita sorprendente.
Genga (AN), fine ’800. Salvo, poco più di un bambino e già orfano di madre, mentre sta rientrando a casa dopo una giornata di lavoro nei campi, trova il padre a terra, morto. Salvo non si perde d’animo e per sopravvivere si barcamena tra vari lavori, fra cui quello di bracciante presso Domenico e Annetta, proprietari di un vasto podere e genitori di due sue coetanee, Berta e Clotilde. Berta e Salvo finiscono per innamorarsi e una sera Berta rimane incinta. Un matrimonio riparatore è l’unica soluzione possibile. Salvo, orgoglioso e testardo, nonostante sia quasi privo di mezzi, chiede a Domenico di potersi occupare della propria famiglia da solo, senza aiuti economici dal suocero.
Nel paese viene costruita una fornace e il giovane riesce a farvisi assumere. Nascono due figli, Antonio e Giuseppe, detto Pino. Passano gli anni e Antonio, al quale nonno Domenico ha trasmesso la passione per lo studio, parte per la Germania per diventare professore, con somma ira di Salvo.
Nasce un’epopea degli umili, una vicenda di generazioni che coinvolgerà Salvo, Berta, le loro famiglie e i loro discendenti, in un percorso durissimo e toccante attraverso un pezzo fondamentale di storia italiana ed europea e attraverso le due grandi guerre che, nel “Secolo Breve”, sconvolsero il mondo.

Federica Bernardini vive a Jesi, nelle Marche. È sposata e madre di due figlie. È costantemente in giro per il mondo per il suo lavoro di imprenditrice ma la passione per la scrittura la segue ovunque. Ha iniziato scrivendo poesie e vincendo numerosissimi e qualificati premi, poi passata alla narrativa con il libro Un paese da vendere, seguito da una raccolta di racconti, La donna che voleva volare, vincitore di un prestigioso premio internazionale. Le stanze del tempo è nato da una lunga serie di sogni nei quali una donna misteriosa è apparsa all’autrice narrandole la storia della sua vita e chiedendole di scriverla. Da questi fatti sorprendenti è nata una ricerca sulle orme di una persona che, secondo gli indizi finora raccolti, sembra sia realmente esistita.
©2019 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.