L'Histoire de la colonne infâme

République des Lettres

Texte intégral révisé suivi d'une biographie d'Alessandro Manzoni. En 1630, pendant l'épidémie de peste qui dévaste Milan, le commissaire de la santé Guglielmo Piazza et le barbier Gian Giacomo Mora sont accusés de répandre la maladie dans la ville au moyen d'onctions pestifères. Ils sont soumis à la torture, condamnés puis suppliciés en place publique. Pour rappeler cet évènement à la population, la justice érige en outre une "colonne infâme" sur l'emplacement de la maison du barbier Mora. Plus tard, en lisant les actes de ce procès inique, il apparaît que les charges retenues contre les accusés à travers leurs aveux et les dépositions des témoins sont de pures fabulations. Elles constituent l'expression délirante d'une série de fantasmes autour de la maladie. Dans un récit-enquête historique, juridique et psychologique, qui figurait à l'origine en appendice de l'édition définitive des "Fiancés", Alessandro Manzoni démonte avec la plus grande rigueur toutes les phases de ce célèbre procès hanté par l'imaginaire de la peste.

Read more
Loading...

Additional Information

Publisher
République des Lettres
Read more
Published on
Oct 16, 2015
Read more
Pages
176
Read more
ISBN
9782824902760
Read more
Language
French
Read more
Genres
Fiction / Historical
Read more
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Read Aloud
Available on Android devices
Read more

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
I promessi sposi è un celebre romanzo storico di Alessandro Manzoni, ritenuto il più famoso e il più letto tra quelli scritti in lingua italiana[1]. Preceduto dal Fermo e Lucia, spesso considerato romanzo a sé, fu edito in una prima versione nel 1827 (detta edizione ventisettana); rivisto in seguito dallo stesso autore, soprattutto nel linguaggio, fu ripubblicato nella versione definitiva fra il 1840 e il 1841-42 (edizione quarantana).
Ambientato dal 1628 al 1630 in Lombardia durante il dominio spagnolo, fu il primo esempio di romanzo storico della letteratura italiana. Secondo un'interpretazione risorgimentista, il periodo storico era stato scelto da Manzoni con l'intento di alludere al dominio austriaco sul nord Italia. Quella che Manzoni vuole descrivere è la società italiana di ogni tempo, con tutti i suoi difetti che tuttora mantiene.[2] Il romanzo si basa su una rigorosa ricerca storica e gli episodi del XVII secolo, come ad esempio le vicende della Monaca di Monza e la grande peste del 1629-1631, si fondano tutti su documenti d'archivio e cronache dell'epoca. Manzoni per il suo romanzo prende come base la religione cattolica, infatti, uno dei "personaggi" principali che viene nominato raramente all'interno della vicenda (anche se importantissimo se si vuole capire l'aspetto religioso) è la Provvidenza, la mano di Dio che aiuta e che cerca di riportare l'umanità sulla via del bene. Si sbaglia quando si considerano Renzo e Lucia ( i personaggi principali del romanzo) unici protagonisti.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.