Letteratura italiana del '200: Ripassa con il Prof.

GOODmood
1
Free sample

Leggendo si impara!.... Anche la letteratura, con il Prof.
In questo ebook che fa parte della collana dedicata alla letteratura, ci avvicineremo alla vita degli autori e alle opere più significative della letteratura italiana delle origini.
Il Prof vi parla del 200, delle opere più significative di quel periodo, e degli autori principali che hanno tracciato la storia della letteratura italiana.
E’ un’occasione per ricordare documenti immortali, le spiegazioni, e per comprendere, attraverso un’analisi precisa di quell’epoca, le vicende umane delle popolazioni, e le vicissitudini storiche di quel periodo.
Questo ebook, è un’opera completa e essenziale, per fare bella figura a scuola e per saperne di più su come si parlava e si scriveva nell’Italia del 1200.
Prepara con il Prof. la tua prossima interrogazione sulla letteratura italiana delle origini.
Leggi e impari! In un’ora!
Read more

About the author

Laureato e specializzato in filosofia, Antonio Bincoletto ha partecipato a Corsi di perfezionamento e di Alta formazione presso il “Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli” dell’Università degli studi di Padova. Attualmente insegna lettere presso il Liceo “Marchesi-Fusinato” di Padova. Oltre che di letteratura, si occupa di storia e di educazione alla cittadinanza. Ha pubblicato vari articoli in diverse riviste (“Lineamenti”, “Democrazia proletaria”, “Voltapagina”, “Ristretti orizzonti”) e coordinato un numero de “La Gazzetta del Veneto” per i 150 anni dall’Unità d’Italia. Ha organizzato nel 2007 a Padova le Giornate Internazionali di Studio “Shoah, antisemitismo e nuovi razzismi”, curando la pubblicazione degli Atti e contribuendo ai volumi “Holocaust in Lithuania and Europe. International Students Conference. September 23-24,2006”(Vilnius 2006) e “La percezione della Shoah”(Giuntina, Firenze 2008). Nell’ambito del proprio lavoro scolastico coordina progetti formativi sull’educazione alla legalità e alla cittadinanza, collaborando con l’ADEC (Associazione docenti europeisti per una nuova cittadinanza), e con associazioni di volontariato sociale (“Libera”, “Il granello di senape”). Ha contribuito al volume AA.VV. “Materiali per la formazione dei docenti di ‘Cittadinanza e costituzione’ negli istituti secondari superiori”, CLEUP 2010.
Read more
5.0
1 total
Loading...

Additional Information

Publisher
GOODmood
Read more
Published on
Oct 9, 2013
Read more
Pages
151
Read more
ISBN
9788862775229
Read more
Language
Italian
Read more
Genres
Education / Student Life & Student Affairs
Read more
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Read Aloud
Available on Android devices
Read more

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
“L’incontro tra la solitudine e il bullismo nell’era di internet” è il frutto del tentativo di analizzare le possibili relazioni tra solitudine, bassa autostima e bullismo, con particolare riferimento al bullismo elettronico.
“La solitudine è qualcosa di più che un’esperienza diffusa. Sotto certi aspetti è un’esperienza necessaria, ineluttabilmente connessa alla condizione umana” (Miceli, 2003). Tale frase esprime come la solitudine sia un’esperienza che ogni uomo vive.
Un aspetto interessante della solitudine è come essa possa assumere molteplici valenze, possa divenire fonte di sofferenza o di arricchimento individuale; Gotesky, cogliendone la multidimensionalità, indica tre diversi termini adeguati a sottolineare le diverse sfaccettature dell’esperienza di solitudine: “aloneness”, “solitude”, “loneliness”.
La parola “Aloneness” indica uno stato di isolamento fisico privo di componenti emotive, rappresenta il fatto di non trovarsi insieme ad altri.
È il termine “Solitude” ad esprimere i sentimenti di beneficio e soddisfazione che accompagnano alcune situazioni di isolamento dagli altri. Risultano in particolare accentuate, in condizione di solitudine fisica, la creatività, l’attenzione e la concentrazione; il trovarsi da soli può inoltre favorire momenti di relazione con se stessi e di introspezione.
La parola “Loneliness” indica invece la pena della solitudine psicologica e gli stati d’animo di sofferenza e di assenza che l’accompagnano e che non per forza è legata all’isolamento fisico ma che anzi può realizzarsi nonostante si sia in mezzo agli altri; come il non essere considerati dall’altro o le proprie difficoltà nel costruire relazioni sociali, esso assume una valenza negativa e prelude al manifestarsi della solitudine psicologica.
La solitudine si presenta frequentemente correlata a un sentimento negativo, ovvero la bassa autostima; questo è problematico se si considera che a correre il rischio di soffrire di solitudine è tipicamente il soggetto adolescente introverso, schivo, socialmente impacciato, con difficoltà ad interagire e stabilire rapporti con possibili implicazioni quali l’esclusione e gli insuccessi relazionali.
E’ importante considerare che non è inusuale che ragazzi che presentano difficoltà a relazionarsi e che conseguentemente possono soffrire di solitudine, esclusione sociale e carente autostima, divengano vittime di atti di bullismo, non per forza prepotenze fisiche o verbali, ma anche “solo” nella sua forma indiretta che mira a isolare la vittima, chiuderla fuori dal gruppo.
Non di rado può accadere che adolescenti con questi problemi, quali solitudine ed esclusione sociale, ricorrano all’uso della rete e dei rapporti virtuali per tentare di evadere dalle difficoltà del quotidiano; il rischio è che la rete divenga un’ulteriore ambiente di vittimizzazione per questi ragazzi che attraverso internet possono venire ulteriormente umiliati e questo può accrescere il loro sentirsi soli e aumentare la loro sofferenza.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.