La Cucina Indiana

Edizioni R.E.I.
3
Free sample

Nuova edizione aggiornata.

L’India è una delle regioni più affascinanti e magiche al Mondo, si caratterizza, infatti, come un territorio straordinariamente ricco di mescolanze di religioni e tradizioni diverse, mescolanza che si ritrova  e si presenta anche nella cucina, con piatti particolari e del tutto unici nel loro genere, dal sapore sicuramente inconfondibile, le tavole indiane, durante i pasti, vengono imbandite di numerose portate che non seguono il nostro ordine di presentazione, ma vengono poste sul tavolo ed ognuno può scegliere liberamente di quale servirsi. Particolare rilevanza nella cucina indiana è rivestita dal riso e dal pane, che vengono preparati nelle più diverse tipologie e pietanze, il riso infatti può presentarsi come accompagnamenti ai piatti principali, e quindi essere bollito, ma anche aggiungersi ai piatti a base di carne, pesce, verdura e frutta secca, assolutamente ottime sono poi le diverse tipologie di pane che sono presenti sulle tavole indiane, parliamo di focacce e piadine che ben si accompagnano con salse varie, burro e ricotta.


Ricette presenti nel volume:

Alu Ki Tikki

Amm Ki Chutney

Barfi al cocco

Biriani alla menta e noci

Biryani di agnello

Biryani di Verdure

Curry di gamberi

Curry indiano di pesce

Curry di tinda

Dum Alu

Frutta Fritta al Sesamo

Gulab Jamun

Kashmir Kebab

Kheer

Korma di agnello

Kulfi

Jalebi

Masala fish - Pesce grigliato all'indiana

Mysore pak

Naan al grano saraceno e cumino

Naan di farina di soia con nigella

Patate alle spezie indiane

Pesce con Yogurt

Pollo al Curry

Pollo speziato alla senape

Pollo Tandoori

Pollo Tikka Masala

Raita di cipolle

Riso ai gamberetti

Riso Pilaf

Rogan Josh di agnello

Saag di agnello

Salmone Tandoori

Salsa piccante di cipolle

Salsa piccante di mele e mango

Samosa allo yogurt

Samosa di Verdure

Shami kabab

Shorba

Urad Dal

Zuppa di Agnello con Riso e Cocco

Zuppa di grano dolce e pollo

Zuppa Mulligatawny


Read more
Collapse
4.3
3 total
Loading...

Additional Information

Publisher
Edizioni R.E.I.
Read more
Collapse
Published on
Sep 21, 2014
Read more
Collapse
Pages
140
Read more
Collapse
ISBN
9782372970211
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Cooking / Regional & Ethnic / General
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Read Aloud
Available on Android devices
Read more
Collapse
Eligible for Family Library

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
Nuova edizione aggiornata.

La cucina libanese è forse una delle espressioni più tipiche della cucina mediorientale, estremamente varia e influenzata pesantemente dalla tradizione arabo-musulmana. 

Ciò si nota soprattutto nella prevalenza dell'utilizzo della carne di agnello, nell'uso abbondante della frutta secca, mandorle e pinoli soprattutto, e nei condimenti a base di succo di limone.

La cucina libanese è una delizia per niente costosa. Usando ingredienti freschi e saporiti e spezie raffinate, i libanesi hanno acquisito gli aspetti migliori della cucina turca e araba conferendo loro un tocco francese.

Le minestre sono leggere, arricchite da lenticchie e speziate con cannella. 

Piatto tipico è il tabbouleh, un'insalata di prezzemolo, pomodori e burghul, con numerose varianti, il gusto ricorda decisamente il limone.

Diffuse sono le verdure ripiene come zucchine, zucche, melanzane e bietole con ripieni vegetariani, di carne e riso e di carne e pinoli.

Si trovano comunemente sulle tavole i "kabees", i sottaceti libanesi, ma anche insalate e tantissima frutta di stagione.

Anche nel vino il Libano non teme confronti con le altre culture mediorientali.

C'è un'oasi in Libano che nella storia non è stata sfiorata dal fondamentalismo islamico, né dai conflitti: è la Valle della Bekaa, roccaforte di una delle più antiche produzioni di vino. 

In Libano furono i fenici, quattromila anni fa, a portare la coltura della vite. 

La coltura della vite fu mantenuta e potenziata anche con l'arrivo della comunità cristiana ortodossa nel territorio, anche se la produzione era limitata al consumo per i riti ecclesiastici e per le loro mense.


Ricette presenti nel volume:


Ashta

Awamaat

Baba Ghanoush

Babaghannush

Baklava

Batata Harra

Burghul alle noci

Cernia con salsa Tarator

Crema al cumino (mighli)

Eggah con porri

Fagottini di spinaci

Falafel

Fattoush

Ganache al Latte

Halawet el jibn

Hummus

Imjadra

Insalata di melanzane

Insalata libanese

Involtini di pollo alla salvia

Kafta meshwi

Kibbee

Laban b’khiar (insalata di cetrioli allo yogurt)

Lahm biajin (pizzette con carne)

Makloubeh

Manakiche b’zaatar (Pizza libanese al timo)

Mjadarah

Musakhan

Mutabbal Koosa

Nkhaat Mtabbli

Pane Pita

Pasticcini di noci e mandorle

Pesce al forno con salsa tahini

Pesce allo zafferano

Polpettone

Riso alla libanese

Salame di Datteri

Salata Al-Filfil

Salsa Tarator al sesamo

Sciroppo di zucchero

Shish Tavuk

Tabuleh

Tabuleh al curry

Tabuli

Warak Inab

White Coffee

Za’atar


Nuova edizione aggiornata.

Pesce e riso sono senz'altro i pilastri della cucina giapponese, e per ottimi motivi. Innanzitutto il Giappone è un arcipelago, e ha col mare un rapporto speciale. Ogni aspetto della vita giapponese andrebbe analizzato tenendo presente che tutto si basa sull'acqua e non sulla terra, non solo l'alimentazione ma anche la struttura delle case, per esempio. Oltretutto la terra emersa è montuosa, le pianure sono scarse, il clima è difficile: l'isola più a nord, Hokkaido, ha un clima estremamente rigido e poco adatto ad agricoltura e allevamento per gran parte dell'anno; il resto del Giappone ha il suo da fare tra tsunami, tifoni, terremoti e vulcani. La carne è stata bandita per molto tempo, anche per motivi religiosi, e la maggior parte delle terre coltivabili sono dedicate al riso e al tè. Il riso ha, in giapponese, vari nomi, se crudo, cotto, o cotto come riso all'aceto, cioè quello che accompagna il pesce nel sushi. Uno di questi nomi, gohan, indica in questa lingua non solo il riso ma anche l'intero pasto (colazione si dice asagohan, cena bangohan, etc), e questo rende l'idea dell'importanza di questo cereale nell'alimentazione. Dal riso deriva il sakè, la bevanda più importante in Giappone: ne esistono più di 50mila tipi. Anche le verdure sono importantissime nella dieta giapponese, sia nella versione più nota ai palati occidentali, tempura (ovvero in pastella), sia crude o cucinate in altro modo. Nonostante la diffusione del riso, esiste anche la pasta, ed è anzi consumatissima, anche se non è proprio identica a quella "occidentale". Gli spaghetti orientali vengono comunemente chiamati noodle, e sono alla base di piatti notissimi, come, ad esempio, il ramen.

La pietanza più nota del Giappone è senz'altro il sushi, che unisce i due cardini dell'alimentazione dell'arcipelago, riso e pesce. Il riso utilizzato, la varietà japanica a chicco corto, è preparato con aceto, e prende il nome di sumeshi. Al riso vengono aggiunti filetti di pesce crudo, o gamberi, o uova di pesce.


©2019 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.