ISS - I.ncredibili S.egreti S.tellari

Free sample

Da sempre gli scienziati prendono ispirazione dai romanzi di fantascienza per le loro invenzioni. Con questa raccolta cinque autori di Science-Fiction prendono ispirazione dal lavoro degli scienziati per i loro racconti.
In particolare al centro della scena troviamo la Stazione Spaziale Orbitante, i suoi occupanti italiani, la scoperta di nuovi pianeti, l'orto spaziale, la tecnologia indossabile e molto altro.
Fantastici pomodori spaziali sono al centro di "Astrodetective" di Luca Salmaso. Le implicazioni di una chiavetta USB con all'interno documenti riservati vengono raccontate da Teresa Regna in "Diario di Bordo". Un poco simpatico ragno marziano è il protagonista de "L'ultima missione della ISS" di Salvatore di Sante. Un carillon regalato dalla madre ad una astronave è al centro di "Dialogando tra le stelle" di Chiara Cini. Una ragazza maniaca di informatica e del suo cellulare intercetterà un misterioso segnale dalle stelle in "Debby" di Michele Pinto.
Dedicato a chi lo spazio lo ha vissuto.
Read more

About the author

p { text-indent: 0.4cm; margin-bottom: 0.21cm; direction: ltr; color: rgb(0, 0, 0); text-align: justify; }p.western { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 12pt; }p.cjk { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 10pt; }p.ctl { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 10pt; }a:link { color: rgb(0, 0, 255); }

Chiara Cini nasce a Pisa nel 1973. Dal 1999 lavora in TV come giornalista professionista e da quest'anno è Direttore Editoriale della collana “Sport e Cultura” di Goalbook Edizioni. È Ideatrice e coordinatrice di un comitato scientifico che racchiude le principali firme del giornalismo sportivo nazionale.

Nel 2013 è stata selezionata dall'agenzia letteraria “Limana Umanita” per dare vita, assieme ad altri sette scrittori, ad una blog novel denominata “Strani segni”. Si tratta di un ambizioso progetto di scrittura creativa a più mani, che si basa su una forte propensione alla collaborazione e sulla capacità di adattare e modificare lo stile sulla base delle evoluzioni della trama.

Nel 2001 scrive le pagine relative a Pisa e la sua provincia della pubblicazione “Feste, sagre e mercatini in Toscana”.

Nel 2011 scrive il saggio “Allattamento al seno, nutrimento per l'anima”, Manidistrega editrice. Scrive poi il racconto in antologia per beneficenza “Il Panettone” Romano Editore.

Nel 2012 scrive un libro per bambini “La renna Joe”, Felici Editore. Vince poi il premio letterario nazionale “I mondi del Fantasy II”.

Nel 2013 cura testi e illustrazioni del libro per bambini “La fuga in giardino” Youcanprint. Vince poi i premi letterari nazionali “Macchine!” e “Giallo d'Arte”.

Per W&B ha già pubblicato “Gli Uomini d'Oro”

Salvatore Di Sante nasce nel 1975 a Portogruaro (VE) e vive a Pesaro. Diplomato al Liceo Classico, ha frequentato la Facoltà di Psicologia presso l'Università di Urbino.

Da qualche anno scrive racconti brevi, perlopiù di genere horror, thriller, giallo e fantasy, che in parte ha autopubblicato online.

Nel 2011 vince il premio “Incipit Noir” della Ibiskos Editrice Risolo.

Nel 2012 risultata fra i 5 vincitori del Concorso Letterario “News Libri”; finalista nel Concorso “SU PER I MONTI!” (con pubblicazione nella collana “Les Cahiers du Troskij Café”) e secondo a parimerito nella sezione – Pesaro” del concorso – Storie da biblioteca”.

Il suo racconto “Discendenze” è stato scelto per la pubblicazione sul sito www.storiebrevi.it

Una sua poesia è stata selezionata da Aletti Editore per l'inserimento all’interno del libro “L’indice delle esistenze – Le Passioni”, pubblicato a marzo 2013 e risultato finalista del Concorso "MON AMOUR" (con pubblicazione nella collana "Les Cahiers du Troskij Café").

Il suo racconto breve “Giornata tipo” è stato inserito nell'antologia “Storie di tutti i giorni”, curata dal caffè letterario “La Luna e il Drago”.

Il suo racconto “L'unicorno che cacciava alieni” è stato segnalato al concorso “Fantasia 3000”, sul forum del “Verdecammino”, edizione 2013.

Terzo posto al concorso “Voci dal vortice” edizione 2013.

Inserito nell'Antologia dal titolo: “Il Viaggio metafora di vita”, realizzata dal Caffè Letterario “La Luna e il Drago”.

Finalista “IoRacconto 2013” nella sezione “Narrativa senior Bambini/Fantasy/Fantascienza”.

Selezionato per la pubblicazione dell'ebook “Halloween all'italiana 2013”, del sito “Letteratura Horror”.

Selezionato per la pubblicazione (in ebook e cartaceo) della raccolta “Schegge per un Natale Horror” 2013 e vincitore del relativo premio per il racconto più originale.

Febbraio 2014 Finalista al premio letterario “la Valle delle Storie” promosso dall’Associazione “Terra di Mezzo”.

Luglio 2014 Vincitore della prima sfida tra Stregoni e Buchi Neri organizzata da Wizards & Blackholes presso IoBook di Senigallia.

Per W&B ha già pubblicato la trilogia de “La Caccia” e “17”.



Michele Pinto nasce nel 1974 a Senigallia (AN). È giornalista pubblicista e da 11 anni dirige il quotidiano online Vivere Senigallia ed il network di quotidiani locali “Vivere”. Sposato con Laura Rotoloni condividono la casa con due gatti, Tina Diana e Tropy.

Appassionato di filosofia epicurea e di rose non trascura di inserire perle di saggezza e riferimenti botanici nei suoi racconti.

Nel 2008 ha vinto la maratona letteraria “Libriamo” a Matelica con il racconto “Qualche pagina indietro”. Nel 2013 ha pubblicato "Nuvole e altre storie di sogni e di coraggio" per Narcissus.me. Sempre nel 2013 ha vinto la tappa senigalliese di “Library, a place for people” con il racconto “Le stesse pagine 20 anni dopo”

Per W&B ha già pubblicato: “Sogni”, “Centauromachia” (a 4 mani con Michelangelo Rocchetti) e “23 Anni prima di Mitosis”.



Mi chiamo Teresa Regna, ma vi giuro che non è colpa mia… Sono nata nel 1961, a sei mesi di gestazione, e subito dopo sono stata introdotta in una specie di lavatrice senza centrifuga (per gli addetti ai lavori, incubatrice), dove mi hanno tenuto rinchiusa per 4 mesi, anche se avevo chiesto i domiciliari, forse perché somigliavo ad una ranocchietta spennacchiata.

Nove anni dopo decisi che avrei scritto una storia su degli strani omini gialli (verde era un colore troppo banale) a forma di piramide, che abitavano un mondo pieno di piramidi (si nota l’influenza egizia?) e chiesi a mia zia di suggerirmi un nome di persona. Lei prese in mano il pacchetto degli spaghetti che stava cucinando e lesse la marca. Corsi subito a prendere l’elenco del telefono e aprii una pagina a caso… e gli omini piramidali popolarono felici e contenti il pianeta Cantiellox.

A questo punto è chiara anche la mia provenienza: nord del sud. Caserta è la provincia più a nord della Campania, infatti, e Pietramelara è a nord di Caserta. In pratica, a due passi dal Lazio. La mia provenienza di scrittrice, invece, è chiara soltanto a chi ha letto le mie opere. Proverò, tanto per dare un’idea, a citare qualche nome: Asimov è il mio mito per la SF, la Zimmer Bradley per la fantasy. Ho fatto in tempo ad avere l’autografo della Bradley prima che ci lasciasse (il fatto che abbia scartato il racconto che le avevo inviato è secondario…).

Fino ad oggi mi hanno pubblicato 37 libri individuali, più innumerevoli contributi poetici o prosaici (termine poco adatto, ma che si adatta ai miei racconti) in antologie di vario tipo e genere, alcune delle quali confezionate alla bell’e peggio.

Per W&B ho già scritto Lo Sciamano, la raccolta di brevi racconti sui draghi “Draconia” e la raccolta di brevi racconti sui lupi mannari “Luna Piena”.

Luca Salmaso nasce a Torino e vive a Saonara (Padova). Lavora come tecnico nel proprio comune e nel cassetto tiene, per ogni evenienza, una laurea in scienze politiche.

Gli piace camminare in montagna e guardare i crateri lunari con un piccolo telescopio.

E’ sempre stato affascinato dal concetto di frontiera, confine, in senso scientifico e filosofico e ci ha voluto fare un blog (“frontiere” - www.lucasalmaso.blogspot.com) anche se, purtroppo, riesce a dedicarci poco tempo. Tra i suoi riferimenti letterari spiccano Chandler, Simak, Bradbury e ricorda con nostalgia le letture giovanili di Hesse e Pavese.

Per W&B ha già pubblicato “L'ultimo Lavoratore”.

 

Read more

Reviews

Loading...

Additional Information

Publisher
Wizards & Blackholes
Read more
Published on
Sep 11, 2015
Read more
Pages
88
Read more
ISBN
9788899147372
Read more
Language
Italian
Read more
Genres
Fiction / Science Fiction / General
Read more
Content Protection
This content is DRM free.
Read more
Read Aloud
Available on Android devices
Read more

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
©2017 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.