L'autunno della liberaldemocrazia. La narrazione liberale da Stuart Mill all'Economist

goWare
Anteprima gratis

“Il liberalismo ha costruito il mondo moderno, ma il mondo moderno si è rivoltato contro il liberalismo”. The Economist

Oggi il liberalismo è identificato con l’elitismo. L’immagine emblematica è la signora Clinton che non sa utilizzare la MetroCard di New York perché viaggia in elicottero o in limousine; oppure la parcella a sei cifre del marito Bill o di Barack Obama per un discorso di una mezz’oretta di fronte ai potenti del mondo. La Thatcher conosceva le variazioni più infinitesimali del prezzo del burro; oggi i politici liberali conoscono solo il prezzo delle azioni.

L’autocompiacimento da “missione compiuta” acceca la classe dirigente sulle sfide immense della rivoluzione tecnologica, delle biotecnologie e del clima. Sembra il Brave New World di Huxley. La gente si rifugia nella fortezza dei populisti e dei sovranisti che hanno sottratto ai partiti tradizionali la base popolare di consenso per lasciargli solo quella delle élite della globalizzazione. La crisi del liberalismo coinvolge anche la democrazia, il suo più importante spin-off.
Per questo massimo think tank liberale del mondo, il magazine “The Economist” ha iniziato a parlare esplicitamente di rifondazione dell’idea liberale, ritrovando lo spirito originario di un movimento che ha plasmato il mondo moderno.

Questa pubblicazione ricostruisce l’evoluzione della narrazione liberale attraverso i contributi del padre del liberalismo John Stuart Mill, di Tocqueville, della femminista Harriet Taylor Mill, della Scuola austriaca, di Keynes, di Hayek, di Popper, di Schumpeter, di Berlin, di Rawls, di Nozick e dell’“Economist”, che sta tentando di rilanciare la narrazione liberale su basi rinnovate. Un saggio di Girolamo Cotroneo, uno dei maggiori studiosi italiani del pensiero liberale e altri contributi, inquadrano nella storia e nell’attualità la narrazione liberale.
Ulteriori informazioni
Comprimi
Caricamento in corso...

Altre informazioni

Editore
goWare
Ulteriori informazioni
Comprimi
Data pubblicazione
2 gen 2019
Ulteriori informazioni
Comprimi
Pagine
242
Ulteriori informazioni
Comprimi
ISBN
9788833631370
Ulteriori informazioni
Comprimi
Ulteriori informazioni
Comprimi
Dispositivi di lettura consigliati:
Ulteriori informazioni
Comprimi
Lingua
italiano
Ulteriori informazioni
Comprimi
Generi
Scienze politiche / Ideologie politiche / Conservatorismo e liberalismo
Scienze politiche / Ideologie politiche / Democrazia
Ulteriori informazioni
Comprimi
Protezione dei contenuti
Questo contenuti non sono tutelati da DRM (Digital Rights Management).
Ulteriori informazioni
Comprimi
Leggi ad alta voce
Disponibile sui dispositivi Android
Ulteriori informazioni
Comprimi

Informazioni sulla lettura

Smartphone e tablet

Installa l'app Google Play Libri per Android e iPad/iPhone. L'app verrà sincronizzata automaticamente con il tuo account e potrai leggere libri online oppure offline ovunque tu sia.

Portatili e computer

Puoi leggere i libri acquistati in Google Play utilizzando il browser web del computer.

eReader e altri dispositivi

Per leggere i libri su dispositivi e-ink come Sony eReader o Barnes & Noble Nook, devi scaricare un file e trasferirlo sul dispositivo. Per trasferire i file su eReader supportati, segui le istruzioni dettagliate del Centro assistenza.
Quasi tutti, quando sentono pronunciare da qualche politico o qualche giornalista le parole "liberale," "democratico," "liberaldemocratico," non riescono a distinguerne i significati e magari neanche ci provano. E cosi li confondono. Questo volume di Norberto Bobbio vuole essere un antidoto contro tale confusione, perche esso differenzia con grande chiarezza i vecchi, venerabili e sempre attuali concetti di Liberalismo e Democrazia. In molti altri sui libri e articoli Bobbio ha analizzato e discusso vari aspetti del liberalismo vecchio e nuovo e della democrazia vecchia e nuova, ma e in questo volume che i loro concetti sono espressi in maniera comparata, completa, breve e semplice, cioe con un approccio didattico. E l'utilita didattica di questo "basic book," libro di base - gia tradotto in sei lingue estere - e riscontrabile nel suo frequente uso anche come testo introduttivo per gli studenti qua e la per il mondo.Norberto Bobbio, torinese (1909-2004) fu nominato Senatore a vita della Repubblica da Sandro Pertini. Ha avuto un lungo magistero diretto come insegnante prima di Filosofia del Diritto e poi di Filosofia della Politica. Le sue molte opere sono state tradotte in 19 lingue. Di esse ne ricordiamo alcune: Politica e cultura (1955), Teoria della norma giuridica (1958), Teoria dell'ordinamento giuridico (1960), Italia civile (1964), Profilo ideologico del Novecento italiano (1969), Il futuro della democrazia (1984), Maestri e compagni (1984), Italia fedele (1986), L'eta dei diritti (1990), Elogio della mitezza (1994), Destra e sinistra (1994), De senectute (1996), Autobiografia (1997), Teoria generale della politica (1999). Nel 2004, presso l'Istituto dei Diritti Umani "Bartolome de las Casas" dell'Universita di Madrid, e stata creata la "Cattedra Norberto Bobbio per la Eguaglianza e la Non Discriminazione."
©2019 GoogleTermini di servizio del sitoPrivacySviluppatoriArtistiTutto su Google|Posizione: Stati UnitiLingua: Italiano
Acquistando questo articolo, esegui una transazione con Google Payments e accetti i relativi Termini di servizio e Informativa sulla privacy.