La volontà del chimico

inKnot Edizioni
Anteprima gratis

Nella città di Napoli è arrivato il caldo torrido e il burbero detective Ernesto Mericalli cerca refrigerio sulla barca dell’inseparabile spalla Gianfranco, anarchico convinto e genio inconsapevole. Tra una mossa di scacchi e un’imprecazione dell’amico, l’investigatore ripensa al nuovo caso affidatogli da Nicoletta Marazzina, la moglie di Luigi Galeo, il chimico di una multinazionale del farmaco il cui corpo è stato trovato in fin di vita insieme al cadavere di una laboratorista, nella camera di un motel in un apparente gioco erotico.

I quesiti si affollano,  diverse piste si susseguono, si intrecciano e si scontrano, ed Ernesto e Gianfranco improvvisamente si ritrovano a fronteggiare un’intera organizzazione. Qualcuno vuole vederli morti.

Sullo sfondo di un centro storico afoso e agitato, ritornano le indagini dell’investigatore napoletano insieme alla galleria di personaggi già presenti ne ‘La calibro sul fondale’, edito da Inknot Edizioni: la portinaia Rosa, l’intrattabile segretaria Sofia e la paziente moglie Laura, ma anche delle vecchie conoscenze che fanno parte del passato di Ernesto.

Con uno stile fresco e un’ironia, talvolta amara talaltra goliardica, Mauro Oropallo tratteggia le peculiarità del popolo partenopeo attraverso le scene di quotidianità e trasversalmente racconta i drammi legati alla stessa terra.

Una patina di colore e d’ilarità, accompagna la storia principale, quella della fiera Nicoletta e della sua ostinata ricerca della verità.


Ulteriori informazioni
Comprimi

Informazioni sull'autore

Mauro Oropallo, nato nella penisola sorrentina, nel cinque ottobre del 1987, ha sempre vissuto a Torre Annunziata, cittadina alle pendici del Vesuvio e in provincia di Napoli.
Si è sempre reputato più un vesuviano anziché napoletano, e il perché è legato alla vicinanza della sua terra natia al principale artefice di quella che fu la Campania Felix. Svegliarsi ogni mattina e vedere il Vesuvio capeggiare sulla propria testa, ha alimentato, nel corso della sua vita, questa sua modesta riflessione.

Trascorre diversi anni nell’alveo familiare del suo paese, dove coltiva studi scientifici e letterari dopodiché, l’incedere dell’età, purtroppo, lo pone di fronte a una scelta: lavorare oppure frequentare l’università. Sfortunatamente, sceglie quest’ultima sbagliando anche indirizzo, e si laurea nel 2015 in Biotecnologie del Farmaco. Dice «sbagliando» perché la gran parte delle persone che lo conosce l’avrebbe inquadrato in qualche corso universitario di formazione umanistica. Cerca di porre parzialmente rimedio facendo il web writer presso Zero Magazine e altri web journal. Nel contempo ha le sue prime esperienze di lavoro in un’azienda di chimica clinica e biotecnologie avanzate.

Terminato il percorso di formazione, sente l’esigenza di mettersi in gioco e si dedica al  suo libro, che condensa la sua passione per il cinema e il forte senso di appartenenza territoriale.

Nel maggio del 2016 pubblica con Inknot Edizioni il libro d’esordio La calibro sul fondale sperando di diventare uno scrittore. Non necessariamente famoso, ma bravo. 

Ulteriori informazioni
Comprimi
Caricamento in corso...

Altre informazioni

Editore
inKnot Edizioni
Ulteriori informazioni
Comprimi
Data pubblicazione
26 giu 2017
Ulteriori informazioni
Comprimi
Pagine
240
Ulteriori informazioni
Comprimi
ISBN
9788898784585
Ulteriori informazioni
Comprimi
Ulteriori informazioni
Comprimi
Dispositivi di lettura consigliati:
Ulteriori informazioni
Comprimi
Lingua
italiano
Ulteriori informazioni
Comprimi
Generi
Narrativa / Gialli
Narrativa/Gialli/Crimine
Ulteriori informazioni
Comprimi
Protezione dei contenuti
Questi contenuti sono tutelati da DRM (Digital Rights Management).
Ulteriori informazioni
Comprimi
Leggi ad alta voce
Disponibile sui dispositivi Android
Ulteriori informazioni
Comprimi
Contenuti idonei per la Raccolta di famiglia

Informazioni sulla lettura

Smartphone e tablet

Installa l'app Google Play Libri per Android e iPad/iPhone. L'app verrà sincronizzata automaticamente con il tuo account e potrai leggere libri online oppure offline ovunque tu sia.

Portatili e computer

Puoi leggere i libri acquistati in Google Play utilizzando il browser web del computer.

eReader e altri dispositivi

Per leggere i libri su dispositivi e-ink come Sony eReader o Barnes & Noble Nook, devi scaricare un file e trasferirlo sul dispositivo. Per trasferire i file su eReader supportati, segui le istruzioni dettagliate del Centro assistenza.
Una donna che ama il denaro ed il pericolo…
Un uomo alla ricerca del rischio e dell’adrenalina…
Riusciranno ad ingannare la malavita di Sydney e ad uccidere restando impuniti?
O finiranno entrambi la loro esistenza in un vicolo buio?
A nessuno si può credere. Di nessuno ci si può fidare.
Benvenuti a King’s Cross…

Quando Micky DeWitt giunge a Sydney, in Australia, possiede solo una vecchia barca, il suo ingegno e l’esperienza accumulata in anni dedicati alla carriera criminale.
Irrequieto, cinico e disonesto, persino con se stesso, Micky trova lavoro in un bar di Kings Cross, il malfamato quartiere a luci rosse di Sydney. Uomo dal carattere camaleontico, Micky vede se stesso come un maestro del crimine ma contemporaneamente sogna talvolta di ritornare a vivere come un tranquillo navigatore giramondo. È alla ricerca della vita facile, pensa sempre di riuscire a cavarsela e non può più rinunciare alla scarica di adrenalina che contraddistingue il suo genere di vita.

Carol Todd non sa resistere di fronte al denaro e al rischio. Nulla è mai abbastanza per lei. Il lavoro come escort per alcuni ricchi clienti è solo un mezzo per raggiungere i suoi fini. E anche qualche legame con la malavita può sempre servire. Ma per portare a termine il suo ultimo piano deve trovare un uomo da soggiogare, per poi liberarsene non appena raggiunto l’obiettivo. E Micky DeWitt sembra proprio il tipo ideale da attirare nella sua sensuale, seducente e dolce trappola.

E così, giocando sul contorto senso di cavalleria di Micky, Carol lo trascina in un’edonistica caduta libera. La vita di Micky sfugge al suo controllo, passando in breve tempo dal furto all’incendio doloso, fino alla complicità in un omicidio. Si ritroverà così di fronte a scelte che porteranno in ogni caso qualcuno a farsi male… o morire.


"Ricco di suspense, conciso, imprevedibile e pervaso da humour nero, La Makarov cattura alla perfezione il modo di vivere tipico della malavita criminale di Sydney."

I commenti dei lettori:

"Terribilmente intenso e brillante!"

"I dialoghi sono brevi, stringati e taglienti, con la giusta dose di linguaggio da strada, e fanno di questo libro un’avvincente lettura per tutti gli appassionati di romanzi gialli."

"Questo è un libro che verrà letto tutto d’un fiato da coloro i quali amano i gialli di tipo noir e poliziesco."

"Assolutamente e piacevolmente amorale."
Lui, Alberto, è morto. Testa fracassata. Lei, Silvia, viene trovata mentre scappa in stato di shock con in mano la pietra insanguinata che lo ha ucciso, e con addosso i segni di una tentata violenza. La madre, infine, dice di aver raccolto la sua confessione. Un caso già chiuso in partenza, quindi. Ma Luigi, il fratello, si oppone ostinatamente a questa spiegazione, e incarica l'avvocato Burti di dimostrare l'innocenza della sorella. In apparenza, una missione impossibile. Gli eventi, però, danno una mano: una serie di altri omicidi e atti di violenza, che sembrano in qualche modo collegati a quel fatto di sangue, sconvolgono la zona, scagionano la ragazza, e suggeriscono l’idea di un mostro, presto, pare, identificato. Ma la soluzione non sarà così semplice, e il vero colpevole, il vero mostro, si rivelerà essere l’insieme di regole (distorte) di quella che chiamiamo “civile convivenza”…

Un giallo all'inglese, anche se denso di azione e colpi di scena, ambientato nella pittoresca Presila cosentina. In Calabria non c'è solo mare, ci sono anche posti meno celebrati, ma altrettanto suggestivi. Provincia calabrese contro provincia anglosassone: colori diversi, atmosfera simile, in cui è intrigante immergersi. Niente mafia; mi spiace per chi vuole crederlo, non c'è solo lei, e non è dappertutto, neanche al sud. Una storia che è però anche il ritratto di un ambiente bello, sì, ma per tanti versi ancora arcaico, con le sue consuetudini, le sue problematiche, i suoi principi morali. Un mix a volte micidiale, come in questo caso, che motiva la considerazione finale del protagonista sulla vicenda e dà il titolo al libro: “… un'immensa voragine si era aperta sotto i loro piedi… aveva confuso i ruoli, scambiato le parti, trasformato i colpevoli in vittime e le vittime in colpevoli… scompaginato le loro vite cancellandone alcune e dilaniandone altre...”
 È una fredda notte a Napoli. Una luna spettrale illumina i viali solitari e gli scheletri delle fabbriche abbandonate della periferia. Una volante della polizia pattuglia pigramente quelle strade buie e desolate. D’improvviso, un boato. L’inseguimento. Un’auto che sfreccia a tutta velocità, messa in fuga da qualcuno che non ha volto né nome. Una folle corsa nella quale l’inverno si vestirà dell’abito algido della morte.

Impegnato a combattere il gelo e l’indocile segretaria Sofia – e i suoi immancabili e salatissimi extra –, il detective Ernesto Mericalli si ritroverà al cospetto di un vecchietto che è stato derubato: cosa nasconde il furto dell’arazzo del pensionato Antonio Esposto?  E a cosa è dovuta la misteriosa scomparsa del suo compagno di disavventure, Gianfranco?

Con l’aiuto dell’amico ritrovato, “l’avvocato del popolo” Vincenzo, l’investigatore Mericalli si districherà nei vari tessuti della città, mentre nel pieno dei decumani è quasi Natale e lo sciamare della gente non accenna a placarsi, insieme alla malinconia che assalirà il detective.

Dopo “La calibro sul fondale” e “La volontà del chimico”, Mauro Oropallo torna con la solita ironia, talvolta amara talaltra goliardica, a tratteggiare le peculiarità del popolo partenopeo e a raccontare trasversalmente i drammi legati alla stessa terra.

Una patina di colore e ilarità alternata da una prosa poetica che descrive le atmosfere della città, accompagna il lettore in una parentesi storica di Napoli alla ricerca dell’arazzo sottratto.

Introduzione

Questa raccolta di racconti a tema horror è scritta interamente da autori di Lettere Animate. Gli autori stessi sono stati obbligati a ispirarsi a una di queste 5 leggende:


1. La leggenda di Bloody Mary
Si narra che Blood Mary fosse un fantasma – per altri una strega, per altri ancora una donna che venne sfigurata...

2. “Leggero come una piuma, rigido come una tavola”
Altro gioco che mette alla prova il coraggio dei partecipanti alle feste è quello che consiste nel far sdraiare una persona sul pavimento mentre gli altri, circondandola da ogni lato, mettono sopra il suo corpo inerte le proprie mani. Tutti insieme, o uno alla volta...

3. Il mito dell’uomo nero senza volto o Boogeyman
Chi di noi quando era bambino non ha sentito raccontare da genitori, nonni o fratelli maggiori la leggenda dell’uomo nero senza volto? “...

4. La leggenda della baby sitter
Questa leggenda metropolitana è talmente conosciuta che a essa si sono ispirati molti registi per la realizzazione dei loro film, tra i quali il noto “Chiamata da uno sconosciuto”. La leggenda narra che una giovane baby sitter piuttosto ingenua si trova a casa di una coppia benestante di sera, per occuparsi dei bambini. Mentre i piccoli dormono tranquillamente nella loro stanza, la baby sitter attende il ritorno dei genitori guardando la televisione. A un certo punto inizia a ricevere diverse telefonate anonime, nelle quali, all’altro capo della cornetta, si ode solo il respiro affannoso di una persona misteriosa...

5. Venerdì 13
Il numero 13 è stato a lungo associato alla sfortuna. Spesso edifici imponenti e moderni non hanno il 13° piano; nessuno, in un team sportivo, vuole indossare la maglia con il numero 13; e tutti noi, segretamente, tocchiamo ferro quando venerdì cade il giorno 13...
©2019 GoogleTermini di servizio del sitoPrivacySviluppatoriArtistiTutto su Google|Posizione: Stati UnitiLingua: Italiano
Acquistando questo articolo, esegui una transazione con Google Payments e accetti i relativi Termini di servizio e Informativa sulla privacy.