Il labile discrimine tra spazio urbano e spazio linguistico: La città come dimensione spaziale costitutiva della variazione,del contatto e dell'innovazione linguistica. Il ruolo del graffitismo, del muralismo e dello stickerismo.

GRIN Verlag
Free sample

Research Paper (undergraduate) from the year 2012 in the subject Romance Languages - Italian and Sardinian Studies, grade: none, Turku University of Applied Sciences, course: Italian Studies, language: Italian, abstract: Il presente contributo prende in considerazione le tematiche dello spazio urbano e linguistico e la loro interazione nella città. Si esamina la città come spazio della variazione,del contatto e dell’innovazione linguistica. Il graffitismo viene proposto come canale di comunicazione che è utile studiare per contribuire a cogliere le dinamiche in gioco. Oltre ad esso si esaminano fenomeni come il muralismo, le affissioni abusive e lo stickerismo che, tra le varie forme di comunicazione nella e della città, sono spesso trascurate dalla ricerca linguistica. Il contributo contesta la prospettiva di élite di considerare la cultura e la lingua come qualcosa di riservato a pochi e propone un approccio che liberi lo studio della lingua popolare, di strada, dalla sua denigrazione e sentimentalizzazione. Se la cultura è ordinarietà, come sostiene Raymond Williams,la lingua, che è essa stessa cultura e che alla trasmissione della cultura è indispensabile,non può prescindere dall’ordinarietà. Chi, dunque, vuole cogliere i significativi segreti della cultura non può che farlo non trascurando la lingua dell’ordinarietà che anima lo spazio urbano.
Read more
Loading...

Additional Information

Publisher
GRIN Verlag
Read more
Published on
Nov 27, 2012
Read more
Pages
12
Read more
ISBN
9783656321897
Read more
Read more
Best For
Read more
Language
Italian
Read more
Genres
Foreign Language Study / Italian
Foreign Language Study / Romance Languages (Other)
Read more
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Eligible for Family Library

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.

Ultras: tifo violento o rivendicazione di un’identità culturale e storica? Questo studio, basandosi sull’analisi sociolinguistica degli striscioni degli Ultras della Fiorentina (dal campionato 2004-2005 ad oggi), prende in esame lo stile di comunicazione e le tematiche espresse dagli Ultras Viola.
Il quadro che emerge mostra dinamiche comunicative complesse ed articolate, discostandosi dall’immagine classica che i media veicolano sul fenomeno Ultras.Gli striscioni si dimostrano infatti come un mezzo di espressione e condivisone di un’identità complessa e territorialmente radicata, che porta gli autori a formulare e rispondere ad un chiaro interrogativo: il fenomeno Ultras è espressione di disagio sociale o di rivendicazione identitaria?

Nicola Guerra, laureato in Economia e Commercio a Pisa e dottorando di ricerca presso l’Università di Turku (Finlandia), ha pubblicato tre monografie: Partir Bisogna (2001), sulle tematiche migratorie, Controrisorgimento (2009) sulle problematiche dell’identità nazionale e L'IRA dei murales (2011), sulla street art come fenomeno identitario e combattentistico della comunità cattolica nordirlandese.

Valentina Imperi, laureata in Scienze della Comunicazione a Roma, si è occupata di comunicazione, immagine e promozione in ambito cinematografico e culturale, e lavora come semiologa in ricerche di mercato qualitative.

Claudia Vardanega, laureata in Sociologia dei Processi Culturali a Roma, è specializzata nell’analisi semantica dei contenuti dei media tradizionali e del web 2.0. Ha pubblicato articoli per l’AI.BI. e l’Eurispes.

Questo testo è parte della collana “Territori Sociologici – I Working Papers” www.territorisociologici.info
Scientific Study from the year 2011 in the subject History Europe - Other Countries - Newer History, European Unification, Turku School of Economics, language: Italian, abstract: The present paper discusses the Counter-Risorgimento movement (Controrisorgimento) in Northern Tuscany focusing mainly on the historiographical issues regarding the current research on the Risorgimento-phenomenon and the concept of the Death of the Nation (Morte della Patria) suggested by Renzo de Felice and Ernesto Galli della Loggia. The approach of Italian historical research toward Risorgimento, as well as the Resistance (or Civil War), has traditionally been very black and white: the protagonists of the events have been divided into moral categories of good and evil as a result of the political function of historical writing and a historical reconstruction of both sides of the story is still, quite surprisingly, to be written. This article proposes a new and less apologetic approach to the study of the Italian Risorgimento by looking at the phenomenon as the conclusive point of a great internal conflict. The article discusses the Counter-Risorgimento movement primarily from a local perspective but it also aims to widen and to rethink the methodological approach that has traditionally been adopted by historians in relations with the Risorgimento. In conclusion, the article proposes a more holistic approach to the study of the Risorgimento most of all by taking in consideration also the experience of the counter-forces of which we know very little today and by deconstructing the political and rhetoric pathos that still influences the historical representation of this phenomenon.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.