Narrativa in 140 Caratteri: genesi della #Twitteratura

Sonia Lombardo
Free sample

Ormai tutti conoscono e usano Twitter, il media per eccellenza della parola scritta, che proprio perché necessita di essere stringata, lascia ampio spazio all'immaginazione, all'aggiunta, al completamento. Esattamente come auspicato da Queneau per gli "Esercizi di Stile", è su Twitter che davvero l’invito alla lettura lascia il posto all’invito alla scrittura.

Ma per riuscire a comporre una trama che sia avvincente, quando si hanno solo 140, anzi adesso 280, caratteri a disposizione, bisogna saper sfruttare a pieno gli strumenti che il social network mette a disposizione, soprattutto avere piena comprensione delle dinamiche di comunicazione che tali strumenti mettono in moto.

Come funzionano gli #hashtag o i @replay? Quando si ottiene un retweet? E come influiscono questi codici sulla stesura di un racconto?

Non si tratta soltanto di spezzettare una storia in frasi da una manciata di battute, c’è molto di più dietro la #Twitteratura: tecniche di scrittura e principi chiave che questa breve (come vuole la regola) guida vuole aiutarti ad approfondire per pubblicare storie di successo su Twitter, seguendo gli sviluppi che la piattaforma ha subito negli anni e le varie forme del narrare che ne sono scaturite.

Ho voluto mantenere il titolo originale perché la Twitteratura nasce in 140 caratteri e tale rimane, malgrado il limite si sia ampliato. Non manca comunque un'analisi sui risvolti che il nuovo standard #280characters avrà per la scrittura.
Read more
Collapse
Loading...

Additional Information

Publisher
Sonia Lombardo
Read more
Collapse
Published on
Apr 9, 2013
Read more
Collapse
Pages
63
Read more
Collapse
ISBN
9781301682317
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Computers / Digital Media / General
Computers / Electronic Publishing
Computers / Web / Social Media
Language Arts & Disciplines / Composition & Creative Writing
Literary Criticism / Short Stories
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Read Aloud
Available on Android devices
Read more
Collapse

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
"e4JOB FONDAMENTI DI CULTURA DIGITALE" è un glossario utile alla comprensione di termini e concetti del mondo digitale.

L'innovazione digitale è una realtà che crea un paesaggio umano, cognitivo e sociale in rapida mutazione. Abbiamo computer in casa, computer sul lavoro, tablet, smartphone, applicazioni e vari oggetti digitali tutti connessi in rete, essendo terminali di catene di distribuzione di informazioni e relazioni non sono strumenti neutri.

Questa sola presenza, o pervasività, del digitale in ogni ambito della nostra vita rende necessario, già di per sé, un approccio consapevole a queste tecnologie in tutti i loro aspetti.

Ancor di più se si considera che il digitale non è solo un elemento costante della nostra cittadinanza ma è anche un fattore trainante e di stimolo dei cambiamenti nelle imprese, nei business, nelle pubbliche amministrazioni, nei media e nella comunicazione e, conseguentemente, nei mestieri e nelle professioni praticate e nascenti.

Si parla di digitale in termini di "Cultura" perché si tratta dell'applicazione di pensiero e di pensiero critico, oggi non è più un'opzione scegliere di essere "digitali", e di conseguenza anche in questo campo è necessario un "ritorno alla cultura".

Essere esposti alla pervasività del digitale non si traduce in automatico in "competenza digitale".

Oltre all'applicazione di un pensiero critico e consapevole è necessaria la responsabilità, perché si navigano contenuti e si producono contenuti, perché c'è una centralità nell'utilizzo di questi media e utilizzarli non è solo un impatto che riguarda il consumo, ma anche un impatto sulla vita individuale e sociale.

Rete e smartphone sono nelle nostre vite, ne fanno parte e sono parte anche del nostro essere cittadini.

Queste opportunità (perché sono anche opportunità) di relazione e comunicazione creano nuove identificazioni, rappresentazioni di sé e della realtà, e tutto questo avviene in una rete in cui è ampiamente in gioco l'interattività continua, la mancanza di confini spazio-temporali in cui siamo sempre e comunque connessi ed è forte la labilità del confine tra virtuale e reale.

I fruitori di questo glossario sono prevedibilmente diversi: cittadini, dipendenti di imprese o della pubblica amministrazione, docenti, studenti; tutti coloro che si confrontano con i problemi emergenti di una società che si muove nel digitale.

La migrazione al digitale è fatta di promesse, non tutte mantenute. In alcuni casi si producono nuovi e difficili problemi, in altri casi i problemi sono nascosti.

Parlando di migrazione digitale dobbiamo fare anche attenzione ai neologismi in voga, alla retorica, a dati falsati e insufficienti che creano un rumore di fondo nella discussione oppure, abilmente, la depistano.

Una volta si diceva "progresso". Le nuove tecnologie dovrebbero essere valutate per i miglioramenti che portano con sé, e la parola "progresso" è una parola che esprime valore.

Oggi parliamo di "innovazione" digitale e la parola, di per sé, non è immediatamente connotata al valore, oggi spesso però dire "innovazione" suggerisce che sia già di per sé un valore.

Forse, con l'applicazione del pensiero, della cultura digitale e della consapevolezza, dovremmo riuscire a trasformare la ricerca dell'innovazione in "ricerca del progresso".

Questo glossario è destinato a ognuno di noi nel suo ruolo di persona, di cittadino, di lavoratore e professionista che utilizza e impatta le tecnologie digitali.

Il glossario fa riferimento al syllabus e4job versione "e4Job-M01V1.0 2016" di AICA, ai contenuti del corso multimediale U4JOB di Umana conforme al syllabus e4job e al libro "e4job cultura e competenze digitali per il lavoro" edito da AICA edizione settembre 2016.
Quando si parla di letteratura digitale non ci si riferisce alla semplice trasposizione delle parole dalla carta allo schermo, piuttosto a tutte quelle opere nate direttamente grazie all'uso delle nuove tecnologie.

Dall'interazione tra testo e video, tra immagini e testo, dall'uso dei link o dei codici dei linguaggi di programmazione, nasce una scrittura arricchita, che non è più lineare, ma risponde a regole dettate, appunto, dai nuovi dispositivi di lettura.

La domanda da porsi, allora, è: di fronte a nuovi libri e a nuovi modi di leggerli, quali competenze dovrebbero acquisire gli scrittori?

Per capire come un romanzo può diventare accessibile tramite tablet, smartphone e web browser, "Oltre L'eBook" vi propone una serie di lezioni di scrittura dedicate proprio alla creazione di narrazioni ipertestuali e interattive.

La “Guida alla Letteratura 2.0” vi mostrerà come combinare linguaggi nuovi e nuove tecnologie per diventare veri scrittori dell’era digitale, di quelli che vanno "Oltre L'eBook", alla ricerca di nuovi percorsi dell’immaginazione, verso più innovative forme del racconto.

All'interno i contenuti bonus: “Gli errori da evitare quando si scrive”, manuale per l’editing dei tuoi romanzi. “Self-publishing a confronto”, i migliori servizi per scrivere e pubblicare il tuo libro anche senza editore. “Promozione dell’Altro Mondo”, il marketing editoriale per dare lo sprint ai tuoi libri.
Ultimo aggiornamento: giugno 2018.

Solo per gli iscritti a Storiacontinua.com è disponibile il coupon per scaricare tutti i contenuti del pacchetto "Oltre L'eBook" al 50% di sconto!

“Nel mondo in costante evoluzione dell’editoria digitale e dell’ebook è importante avere delle bussole che ci orientino tra i suoi continui mutamenti.
Oltre l'ebook è un rapporto sullo stato dell’arte dell’universo della scrittura e della pubblicazione digitale ed è l’ideale bussola che aspettavamo”.
Angelo Ricci – Errant Editions
Quanti consigli avrete ascoltato o letto su come riuscire vendere migliaia di copie del vostro libro online per entrare finalmente così nella classifica dei besteseller Amazon? Sicuramente tantissimi... Ma quanti di questi hanno funzionato davvero?
La maggior parte delle tecniche di marketing editoriale che si possono rintracciare in giro per il Web è accomunata dallo stesso problema: nessuna parte dalla storia che il libro racchiude e della quale i lettori sono in cerca. Forse si può apprendere come parlare di sé attraverso i social network o come acquistare spazi pubblicitari, mentre in realtà i lettori sono interessati soltanto a leggere buone storie. Questo rapporto, tra chi produce i contenuti e chi ne usufruisce è ormai interamente mediato dai dispositivi elettronici, dai sistemi di catalogazione delle librerie e dei motori di ricerca online che si nutrono di metadati.
Saper gestire le informazioni che descrivono il proprio libro e permettono di indicizzarlo nel modo corretto - che è poi ciò che si intende per "metadati" - significa avere la possibilità di raggiungere i lettori anche quando si è ancora degli autori sconosciuti e non si hanno certo grossi budget da investire nella promozione.

Attenzione: scaricando questa guida NON scoprirete il segreto per entrare nella Top 100 di Amazon, ma come i meccanismi del digitale dovrebbero modificare l'approccio di uno scrittore alla creazione di un nuovo libro, tenendo conto anche degli algoritmi di elaborazione dei metadati, che muovono le classifiche di vendita sugli store online, e di come questi influiscono sulle scelte di acquisto dei lettori.

Si tratta del 5° ebook della serie Guide alla Letteratura 2.0, proposta dal Laboratorio di Scritture online Storiacontinua.com, ma è un po' la numero "zero", il punto di partenza per tutti quegli autori che vogliono entrare nel mondo dell'editoria digitale con una piena consapevolezza del mezzo e delle sue potenzialità.
All'interno: Come i lettori trovano i libri I segreti delle classifiche di Amazon Strumenti utili per scegliere le parole chiave e la giusta categoria di posizionamento I fattori che influenzano le vendite Il caso studio MxE
Oggi l’editoria è diventata digitale e bisogna imparare (per forza) anche l’autopromozione. Una roba non semplice per chi ama solo scrivere. Chi volesse far da solo in modo completo, senza usare intermediari, deve necessariamente puntare sulla piattaforma di autopubblicazione di Amazon e studiare le logiche del suo algoritmo, il peso delle parole chiavi e dei metadati. Come si fa? Sonia Lombardo ha messo a disposizione una guida per capire le metriche digitali e “dominare i metadati” degli ebook.
Enzo Di Frenna, ilfattoquotidiano.it
©2019 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.