Le componenti orali della lingua dei segni italiana: Analisi linguistica, indagini sperimentali e implicazioni glottodidattiche

Sapienza Università Editrice
Free sample

Cosa viene articolato attraverso i movimenti labiali nella Lingua dei segni italiana? Esiste un rapporto tra il segno (forma, ritmo, velocità) e la sua articolazione labiale? Quali sono le variabili extratestuali (contesto, caratteristiche dell’interlocutore, enfasi) che influiscono sull’articolazione delle componenti orali?
Questo volume si propone di rispondere ad alcune di queste domande tracciando un percorso che parte dalla storia dell’educazione linguistica delle persone sorde in Italia e arriva fino all’uso della Lingua dei segni italiana oggi. Attraverso una breve descrizione della LIS, una panoramica degli studi già condotti in passato sul fenomeno, l’analisi di un corpus e una prova sperimentale, si arriva a classificare le componenti orali in due categorie e a definire l’entità, le funzioni del fenomeno e le sue implicazioni glottodidattiche. Ne emerge un quadro eterogeneo e variegato in cui le labializzazioni si configurano come una forma di gesto co-segnico, simile alla gestualità co-verbale per le lingue parlate, che, utilizzando le risorse di una lingua più standardizzata, ovvero l’Italiano, interfacciano il livello segnico e assicurano una maggiore stabilità e intelligibilità nella comunicazione tra segnanti svolgendo funzioni di natura semantica, pragmatica e metadiscorsiva.

Maria Roccaforte, è ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filologiche e geografiche della Sapienza Università di Roma. Insegna linguistica della LIS e didattica delle lingue vocali e segnate in diversi corsi sparsi sul territorio laziale: corsi LIS, corsi di assistente alla comunicazione e corsi di formazione, oltre che in numerosi corsi di didattica per scopi speciali. È autrice di varie pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e coautrice di un volume su didattica e sordità.
Read more
Collapse
Loading...

Additional Information

Publisher
Sapienza Università Editrice
Read more
Collapse
Published on
Jun 7, 2018
Read more
Collapse
Pages
164
Read more
Collapse
ISBN
9788893770781
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Best For
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Language Arts & Disciplines / Sign Language
Social Science / People with Disabilities
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Eligible for Family Library

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
Questa è un’epica battaglia contro il drago. Non pensate però di leggere di cavalieri, principesse, spade magiche e destrieri leggendari. Questo libro racconta una storia semplice, molto reale. Francesco è un ragaz­zo di 36 anni, cresciuto senza genitori, che sogna da sempre di avere finalmente una famiglia tutta sua. Tommi (rigorosamente con la “i”) è quel sogno che ha preso forma. È suo figlio, il suo amore più grande, quella sicurezza del cuore che adesso, pensava, nessuno gli avrebbe più tolto. Poi, invece, è arrivato il drago. Il piccolo Tommi è nato affetto da una patologia sconosciuta e degenerativa. Il suo cervelletto si atrofizza lentamente, compromettendo lo sviluppo psicomotorio. Con il tempo, Tommi ha perso anche la vista. Francesco nel 2016 ha aperto una sem­plice pagina Facebook nel tentativo di raggruppare persone che ne sa­pessero più di lui sulla disabilità e lo aiutassero a capire come muoversi in un mondo decisamente non semplice da abitare. Poi ha cominciato a condividere tutte le informazioni raccolte con chiunque si unisse alla sua avventura. È nato così il sito e il progetto Tommigiornale, che dà voce ad altre famiglie che affrontano simili battaglie e approfondisce argomenti di varia natura, spesso – ma non esclusivamente – legati al mondo della disabilità. Il tutto condito da una buona dose di umorismo. Dopo aver raccolto in sei mesi decine di migliaia di follower sui social, Diario di un padre fortunato arriva ora in libreria. La battaglia contro il drago è appena iniziata, fai la tua parte. Ah, c’è pure la mamma, eh...
Mamma, donna e imprenditrice. La vita l'ha portata a sperimentare attraverso sua figlia Federica il difficile mondo della disabilità. Catapultata con Federica nel "Paese delle Meraviglie", così come scrive nel suo libro, ha dovuto imparare una nuova lingua, ha incontrato nuovi abitanti, percorsi faticosi, momenti di smarrimento e rabbia che unitamente alla forza e determinazione l'hanno portata a non arrendersi cercando nuove strade per migliorare la qualità di vita di sua figlia Federica. Non ha mai negato la disabilità di sua figlia, non si è appellata a soluzioni magiche per cancellare ogni difficoltà, ma ha continuamente lottato contro le avversità senza perdere la speranza creando opportunità di cambiamento. Una donna guerriera che attraverso l’amore, la pazienza, il perdono, la consapevolezza e le difficoltà ha imparato a reinventarsi conoscendo ed accettando le avventure del "nuovo paese "e dei suoi abitanti, costretta a rimettere in discussione tutto, anche lei stessa, per scoprire, infine, una qualità della vita: la resilienza. E da tutto questo ne uscirà più saggia e più forte di prima, protagonista di forti cambiamenti.

OPS! CAMBIO DI ROTTA Come affrontare la notizia di un figlio disabile. L’importanza di guardare a questo evento come a un viaggio da intraprendere. COME ATTUTIRE IL COLPO Come accettare la diagnosi e pianificare le migliori strategie da adottare. Perché chiedere aiuto e consigli a familiari, specialisti e ad altre famiglie con problemi simili è fondamentale per affrontare le piccole grandi sfide quotidiane. COME NON MOLLARE MAI IL TIMONE L’importanza di non sottovalutare mai una diagnosi precoce. Il modo migliore per scoprire i diritti e le agevolazioni che spettano al figlio disabile. L’INCONTRO CON REUVEN FEUERSTEIN Il vero motivo per cui la disabilità non può essere considerata un limite. Perché alla base della riuscita di qualsiasi obiettivo c’è prima di tutto una forte motivazione. COME REAGIRE E TROVARE UNA SOLUZIONE Come trasformare la disabilità da “ostacolo” a “sfida”. L’importanza di valorizzare i ragazzi disabili per i progressi che fanno ogni giorno. IL “PROGETTO FEDERICA” Il progetto Federica: cos’è e in cosa consiste. Come supportare un ragazzo disabile in un processo di apprendimento costante. UNA SANA RICETTA DI SOPRAVVIVENZA Come imparare a vedere in modo diverso la disabilità. I 5 ingredienti indispensabili per la sopravvivenza. LA SCUOLA E’ FINITA! E ADESSO? Come affrontare il termine dei cinque anni di scuola superiore. Il progetto SpaH – Benessere in Comunità: cos’è e in cosa consiste.

Quotidianamente ci troviamo davanti a problemi più o meno gravi che colpiscono i nostri alunni, figli, nipoti, ecc. Sempre più di rado, però, troviamo soluzioni o proposte operative in grado di sopperire a tali difficoltà. I bambini sembrano essere diventati improvvisamente tutti iperattivi, agitati, non gestibili, ecc. “Improvvisamente” i disturbi di apprendimento (dislessia, discalculia, solo per citarne alcuni) aumentano all’interno delle nostre scuole e vengono diagnosticati in modo sempre più tardivo. Come mai? Cosa sta accadendo all’interno della nostra società? Quanta responsabilità ha la famiglia in questo contesto? E la scuola come si pone per fronteggiare l’emergenza educativa che, prima o poi, tutti noi dovremo affrontare? Forse non sarebbe il caso di soffermarci a osservare i nostri alunni, figli, nipoti? Forse la soluzione non si cela dietro a una semplice parola: “comunicazione”? Dagli ultimi dati statistici si evince chiaramente che la situazione riguardante la comunicazione dentro e fuori la famiglia degenera progressivamente. Questa nostra piccola società complessa (la famiglia) come pensa di aiutare a crescere gli uomini di domani se fatica a condurre una semplice conversazione di breve durata? [...]


Il libro prova ad affrontare la questione partendo dall’importanza che la comunicazione ha nella vita di ciascun individuo, attraversando il disagio, lo svantaggio e la marginalità, soffermandoci sulle disabilità, passando attraverso l’handicap, per comprendere che tutti, seppur in modo differente, siamo toccati e chiamati in causa quando si parla di diversità e di disagio. 

©2019 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.