Malattie Mediali

Leonardo Benvenuti
Free sample

Il presente lavoro trae origine da una considerazione riguardante il fatto che nel cammino di una sociologia stretta tra un approccio macrosociologico -- che si occupa degli ambiti istituzionali e macrostrutturali delle società come dimensioni pre-esistenti rispetto ai singoli -- ed uno microsociologico -- rivolto all'analisi delle configurazioni sociali minime esistenti nelle nostre società, intese come i luoghi di una interazione formale e/o informale -- vi fosse uno spazio nel quale le conoscenze sociologiche potessero essere utili per interventi sugli stati individuali di disagio.

L'ipotesi della socioterapia è che non vi sia un concetto astratto di disagio ma che si debba fare riferimento ad una serie di ambiti, alcuni dei quali sono intimamente legati a quella che l'autore ha definito la deriva storica dei media: il succedersi di media via via dominanti che crea periodi iniziali di disagio in relazione dell'obsolescenza di quello precedente e nella fase di consolidamento di quello successivo. Così è stato, nel passaggio dalla cultura orale a quella tipografica, per il vagabondaggio, il brigantaggio e l'alcolismo.
Read more
Collapse
Loading...

Additional Information

Publisher
Leonardo Benvenuti
Read more
Collapse
Published on
May 25, 2017
Read more
Collapse
Pages
601
Read more
Collapse
ISBN
9788826441993
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Psychology / Developmental / Adolescent
Self-Help / Substance Abuse & Addictions / Drugs
Social Science / Social Work
Social Science / Sociology / Marriage & Family
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM free.
Read more
Collapse
Read Aloud
Available on Android devices
Read more
Collapse

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
Questo primo ciclo di lezioni è dedicato non solo a tutti coloro che si avvicinano alla nostra materia per studiarla, ma anche a coloro che, curiosi, decidessero di dedicare una parte del loro tempo a quella che da molti puristi della sociologia viene considerata una sorta di eresia, un'originalità forse troppo spinta dal punto di vista disciplinare
poiché, tradizionalmente, ritengono che la sociologia dovrebbe servire ad esaminare i grandi temi macro-sociali o, al massimo, alcuni tipi di riflessione micro-sociologica.

La Socioterapia cerca, dunque, di capire il perché della genesi di tali stati, spesso difficilmente spiegabili attraverso le terapie in auge. Essa nasce da più di venticinque anni di lavoro sul campo, di impegno nel comprendere qualcosa di più sui fenomeni umani ed è partita proprio dalle tossicodipendenze -- frequentemente indicate come fenomeno
ad a origine sociale ed altrettanto frequentemente affrontate con strumenti altri, quali quelli farmacologici, psicologici, psicanalitici ecc. che è come se avessero messo in secondo piano, o negato, tale origine -- per estendersi poi ad altri campi e, per farlo, ha utilizzato, appunto, strumenti sociologici. Ha iniziato ad operare laddove i fenomeni apparivano come inspiegabili e si è posta come una disciplina che cerca di leggerli da una prospettiva "diversa".

Le droghe non si usano da sempre, sono presenti da molto tempo. La cocaina è una sintesi delle foglie di coca, esattamente come l'eroina è una sintesi di un prodotto del papavero. Abbiamo distrutto intere popolazioni con l'alcol distillato, come oggi sono distrutti con le droghe di sintesi (ma non solo) interi strati delle nostre popolazioni.
La psicologia ha affiancato a se stessa la psicologia sociale per riuscire a spiegare certe classi di fenomeni: se si deve intervenire per comprendere le fonti di un problema non solo individuale (o non individuale) significa che, in un qualche modo, si deve usare
l'approccio sociologico; nel momento in cui una disciplina mette a disposizione strumenti per potere intervenire, non si eliminano le persone che non dovessero rientrare nella teoria, si limita, si elimina o, meglio, si evolve la teoria. Lo stesso vale per la socioterapia perché non è un dogma, è aperta, se per un qualche motivo dovesse non
funzionare allora la si dovrebbe modificare o buttare.

Le Lezioni di Socioterapia nascono dalla necessità, da un lato, di rendere più accessibile il complesso discorso contenuto nel mio precedente testo, "Malattie mediali", teorico e di fondazione della disciplina, frutto di una meditazione durata oltre dieci anni e necessariamente tradotta in termini teorici di non facilissima lettura;
dall'altro di rendere più chiaro e fruibile uno strumento di comprensione di sé o dell'altro, o degli altri per chi desideri approfondire la conoscenza di questo paradigma, peraltro in continua evoluzione, al fine di farlo diventare l'asso portante di un proprio impegno professionale.
Isabella e Damiano sono cresciuti assieme e quando la vita li riporta sulla stessa strada dopo tanti anni non potranno far a meno di amarsi e odiarsi, fortissimo, per un segreto taciuto per troppo tempo.
Isabella è una giornalista agli esordi, Damiano un paparazzo in gamba, il migliore dello studio per il quale lavora.
Cinico ma appassionato lui, socievole e dolcissima lei, le loro anime tormentate sono identiche e non vogliono lasciarsi andare nonostante Isabella abbia un compagno e una figlia e Damiano stia per sposarsi.
Il romanzo non ha la parola fine, perché la storia dell'amore non finisce mai e Isa lascia un messaggio diretto ai lettori:
Ogni situazione va risolta nel momento stesso in cui accade, sempre, altrimenti se ne soffrirà il doppio, si rischierà di vederne i fantasmi per tutta la vita.

"...Per anni le mie macerie sono state lì, sulla battigia del mio cuore.
Ho consapevolmente deciso di lasciarle marcire, guardarle non con disprezzo ma con compassione rispettosa. Ho fatto un danno enorme lo so. Adesso lo so".

"...Era questo ciò che mi stava succedendo. Damiano era la linea che non dovevo toccare, era lo spazio circostante entro il quale non dovevo scrivere eppure la mia penna stava andando in giro per il foglio e non riusciva a smettere ...".

"...Sei l'alone della pioggia sulla finestra del mio cuore e torni a piovere ogni volta che pulisco a fondo l'anima. Riesci a nasconderti dietro una nuvola così come in mezzo ad una folla e poi mi giro, non ti vedo, ma sento che ci sei...".
Il testo nasce da anni di esperienza con i ragazzi e di contatto con gli educatori; si sviluppa attorno alla curiosità di una bambina che ha sensazioni strane dentro di sè e che non riesce a comprendere.
L’arrivo di un Saggio in città è l’occasione per lei di porre domande e ricercare con lui ed altri bambini, attraverso visualizzazioni e racconti, possibili risposte. L’intero paese è coinvolto ed anche i genitori e gli insegnanti si trovano in questa magia che attraversa l’intera stella Assagioliana.
Un rito di saluto, che i bambini hanno inventato per l’intera nottata, pone fine al racconto e, il Saggio con altri due amici che lo hanno raggiunto, ripartono alla ricerca di altri bambini curiosi.

Enrica Piccapietra


Sintesi Biografica
Una vita spesa a favore di una educazione che mettesse al centro del suo operato il bambino/ragazzo. L’incontro con la Psicosintesi di Roberto As¬sagioli le ha permesso di fare sintesi fra i diversificati percorsi formativi che ha seguito nell’arco della sua vita e ne è diventata una convinta sostenitrice.
Ha insegnato per oltre trent’anni ai ragazzi della scuola media di primo grado dove ha condotto incontri per genitori e sportelli di counseling per ragazzi, genitori ed insegnanti; ha organizzato aggiornamenti innovativi per docenti e ge¬nitori nel campo dell’educazione.
Iscritta al Registro Nazionale dei Counselor di Assocounseling e all’Albo Nazionale dei Pedagogisti.
Presidente e socio fondatore della Scuola di Counseling in Psicosintesi e Psicoenergetica di Son¬drio, socio fondatore dell’Associazione Gea, organizzazione che si occupa di ricerca, crescita personale con gli strumenti della psicosintesi e diffusione di una nuova cultura dell’educazione. Coautrice del testo: Conoscere, simulare, scegliere. Unità didattiche per l’orientamento Ed. Juvenilia – Bergamo, Autrice del libro: Da Cuore a cuore: ponti verso una Nuova Educazione, L’Uomo Edizioni
Docente presso Scuole di Counseling, Counselor professionista, relatore a confe¬renze; conduce seminari e gruppi di psicosintesi, psicoenergetica e costellazioni familiari.
Ha attivato un gruppo di ricerca sull’educazione nella Nuova Era per ridare ai bambini la luce che si meritano e agli educatori strumenti nuovi per contattare le potenzialità creative di ogni piccolo.


Una Produzione P.E.R.O' Progetti Editoriali Realizzati Onestamente a cura di Giovanni Tommasini
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.