APM – Archeologia Postmedievale, 16, 2012. Dal butto alla storia. Indagini archeologiche tra Medioevo e Postmedioevo. Atti del Convegno di Studi (Sciacca-Burgio-Ribera, 28-29 marzo 2011)

Free sample

Dal butto alla storia. Indagini archeologiche tra Medioevo e Postmedioevo. Atti del Convegno di Studi (Sciacca-Burgio-Ribera, 28-29 marzo 2011), a cura di Marco Milanese, Valentina Caminneci, Maria Concetta Parello, Maria Serena Rizzo 

Lo studio dei rifiuti delle città storiche, dei sistemi e delle pratiche di smaltimento oggi ha un valore che investe la storia ambientale e che non si limita più alle prospettive dello studio storico-documentario (Leggi, Statuti, Consuetudini, che stabiliscono l’opposto di quelli che erano i comportamenti più diffusi) e di quello archeologico. Le metodologie archeologiche si rapportano a butti, scarichi e rifiuti approfondendo quella chiave d’accesso primaria all’interpretazione della stratificazione archeologica, rappresentata dai processi formativi, particolarmente nel processo interpretativo dei butti e quindi nel percorso, dai butti alla storia, che costituisce il titolo del convegno siciliano di Sciacca-Burgio-Ribera, di cui “Archeologia Postmedievale” ha accolto gli Atti. Una ventina di relazioni che portano “materiali per” la storia del tema dei rifiuti e del loro smaltimento, nelle quali emerge anche il problema della dislocazione dei rifiuti e del loro rapporto con il contesto di consumo. Gli spazi dei butti, in primo luogo: pozzi, silos, pozzi neri, latrine, intercapedini. Strutture defunzionalizzate e solo successivamente al loro abbandono utilizzate come scarichi di rifiuti, oppure strutture realizzate appositamente con questa funzione. Questi “materiali per” la storia del problema, oltre a costituire una prima ricognizione su base regionale (la Sicilia), evidenziano la complessità dell’approccio archeologico e dell’interpretazione storica dei dati materiali. Lo smaltimento dei rifiuti ordinari e di quelli “straordinari” (in relazione a cambi di funzione, di proprietà degli edifici), i rifiuti della produzione, del consumo, quelli misti e la rappresentatività sociale e culturale dei materiali.

Read more
Collapse
Loading...

Additional Information

Publisher
All’Insegna del Giglio
Read more
Collapse
Published on
Sep 19, 2014
Read more
Collapse
Pages
232
Read more
Collapse
ISBN
9788878145917
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Best For
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Reference / General
Social Science / Archaeology
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Eligible for Family Library

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
L’attenzione scientifica all’edilizia rurale e, nello specifico, alle tecnologie costruttive utilizzate in ambiti insediativi extraurbani a carattere “minore” e privi di qualunque connotazione “monumentale”, si data ad anni relativamente recenti. Ma i testi relativi a tali ricerche, pur in un’ottica di progressivo aumento di scientificità, spesso non vanno al di là di una semplice notizia del rinvenimento e di un resoconto sommario delle indagini condotte. Questo volume non è quindi un mero catalogo delle attestazioni archeologiche relative alle differenti tecniche edilizie presenti negli edifici rustici individuati nel territorio della pianura padana. Suo nucleo tematico è infatti una trattazione critica e “problematica” della questione, che non si esaurisca in una mera elencazione dei dati di scavo disponibili ma che, al contrario, partendo dalle situazioni e dai contesti meglio conosciuti permetta di tracciare un quadro complessivo di ampio respiro della situazione nonché di elaborare una coerente classificazione tecnico-tipologica delle diverse pratiche edilizie attestate nell’area. Si tratta quindi di un valido strumento di ricerca ai fini di una analisi storica e archeologica di più ampia portata circa le modalità di elaborazione e sviluppo delle tecniche edilizie stesse, la loro marcata caratterizzazione dal punto di vista dell’ambiente naturale, le specifiche necessità sociali ed economiche che hanno portato ad una loro adozione in determinati contesti. Ne deriva un quadro tipologico sistematico e completo riguardante l’edilizia rurale dell’area mediopadana, costituente un valido ed utile modello di riferimento applicabile ai vari contesti archeologici a carattere insediativo extraurbano della regione. 
©2019 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.