Baldassarre Arrivadopo: Storie di Montepeloso

Rebus Books
6

In questo terzo e ultimo capitolo delle "Storie di Montepeloso", Giuseppe Decollanz continua a raccontare le tragedie che la dittatura fascista di Benito Mussolini determinarono anche in Basilicata. Il testo infatti narra la drammatica vicenda umana di un giovane che, per dare un senso e una prospettiva alla propria vita, si arruola volontario nell'esercito di Cadorna e va a combattere sul fronte del Carso per la liberazione di Trento e Trieste. Rimane gravemente ferito e riporta mutilazioni che gli impediscono di vivere una vita normale. Aderisce, nella speranza di un riscatto sociale, al Partito Nazionale Fascista e per qualche tempo fa parte della redazione de “Il giornale d’Italia”, il quotidiano fondato e diretto da Benito Mussolini. Il Fascismo sembra dare finalmente senso alla sua vita. Gli conferisce l’onorificenza di “Sciarpa Littorio”, simbolo di prestigio e di grande considerazione e lo nomina “commissario straordinario” con pieni poteri della sezione del Partito Fascista di Montepeloso, suo paese d’origine, con il compito di porre fine ai contrasti fra i maggiorenti del partito e, soprattutto, di soffocare e distruggere definitivamente ogni traccia di ideologia socialista fortemente radicata negli animi e nei cuori dei montepelosani. Quel paese “maledetto” non può continuare ad essere la “roccaforte rossa” della Basilicata e meno che mai continuare ad essere focolaio antifascista.Persecuzioni, condanne al confino e delitti feroci contrassegnano la permanenza a Montepeloso del “commissario straordinario”. Di codesti fatti di sangue e della crescente opposizione al Fascismo, Baldassarre Arrivadopo viene ingiustamente ritenuto responsabile e condannato, infine, “all'esilio”. Dopo essere stato utilizzato come simbolo di patriottismo e di “fedeltà” al Fascismo, Baldassarre Arrivadopo subisce il destino di diventare una “vittima” tra le tante della dittatura mussoliniana.
Read more
Collapse

About the author

Giuseppe Decollanz (Irsina, 1 dicembre 1935 – Bari, 8 giugno 2012) è stato un docente, educatore e scrittore. Sui suoi testi tecnici, dedicati al mondo della scuola e dell’educazione, è in parte basata la preparazione degli attuali dirigenti scolastici italiani. Ha dedicato numerosi scritti alla vita contadina della sua Basilicata (Ai margini del cratere, La guerra siamo noi, I datteri di Giarabub e Baldassarre Arrivadopo) perché non andasse perduta la memoria storica dei torti subiti dalla popolazione inerme di fronte alle angherie nazi-fasciste. Socialista nel cuore, pedagogo votato, ha dedicato la vita intera alla scuola e al mondo dell’infanzia.

Read more
Collapse
3.2
6 total
Loading...

Additional Information

Publisher
Rebus Books
Read more
Collapse
Published on
Dec 1, 2012
Read more
Collapse
Pages
170
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Best For
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.