L'ENERGIA ODICA: La più misteriosa manifestazione dell'energia eterica. Con la guida alla sperimentazione - 2a ed

OmPhi Labs
Free sample

 L'Energia Odica è una particolare manifestazione dell'energia eterica, e ne è anche l'aspetto meno compreso. Reichenbach descrive la straordinaria scoperta dell'Od, o Forza Odica. L'energia odica può essere percepita con la vista e il tatto, ed è visibile da tutte le persone con un minimo di sensitività, a condizione di essere nella più totale oscurità e dopo almeno due ore di adattamento della vista al buio totale. A tale scopo Reichenbach aveva adattato una stanza del suo castello di Reisenberg a camera oscura, schermandola totalmente dalla luce esterna, e in essa sperimentò per anni con soggetti ritenuti sensitivi in base a determinate caratteristiche da lui notate.

La forza Odica appare ai soggetti sensibili come una tenue luminosità, un'aura che circonda gli esseri viventi, emanata soprattutto da mani, piedi e testa; ma è emessa anche dalle estremità dei cristalli e dei magneti, simile a una fiamma variamente colorata. La luce odica è bipolare, cioè si manifesta con due diverse caratteristiche: quella della estremità superiore dei cristalli e del polo nord dei magneti è detta od-negativa, e alla vista appare di colore blu, mentre quella od-positiva è emessa dalla base dei cristalli e dal polo sud dei magneti, ed è di colore rosso-giallastra.

Reichenbach ha scoperto che anche tutti gli esseri viventi sono odicamente polarizzati, maggiormente sui due lati destro e sinistro del corpo, e pure in verticale (metà superiore e inferiore), e davanti-dietro (metà anteriore e posteriore). Le metà destra-superiore-anteriore risultano essere od-negative, mentre quelle sinistra-inferiore-posteriore sono od-positive. L'energia odica può essere inoltre percepita con il senso del tatto, al quale dà due diverse sensazioni, secondo la combinazione delle polarità: l'incontro di Od opposti dà una lieve sensazione di piacevole frescura che, se mantenuta, si diffonde nel braccio e rinvigorisce; invece l'incontro di Od simili è percepito come un tepore sgradevole che, se prolungato, indebolisce e provoca nausea.

Osservando diversi materiali e sostanze chimiche i sensitivi riferirono a Reichenbach che anche questi avevano una loro luminosità caratteristica, però di un solo colore, e davano loro sensazioni del tutto peculiari e riconoscibili. Reichenbach scoprì inoltre che la forza Odica viene liberata anche dalle reazioni chimiche di ogni genere, dalla vibrazione acustica, dall'attrito e dall'elettricità, sempre con le stesse caratteristiche unipolari. Reichenbach si rese conto, attraverso i suoi sensitivi, che anche la normale luce è odicamenre carica: quella solare ha entrambe le componenti od-positive e od-negative, associate ai colori dell'iride, e come questi possono essere separate attraverso un prisma; invece la luce lunare è solo od-positiva.

Studiando le reazioni dei sensitivi, Reichenbach fece altre importanti scoperte: essi erano in grado di percepire l'Od prodotto dall'attrito dell'acqua che correva nel sottosuolo, e l'Od emanato dai metalli, e ciò spiega il fenomeno della rabdomanzia; e ancora: la terra stessa è odicamente polarizzata secondo l'orientamento magnetico; molti malati allettati, e persone anche solo leggermente sensitive soffrono di insonnia e inutili disagi (a volte anche gravi) solo a causa di un errato orientamento di letti, divani, poltrone e sedie, rispetto all'Od terrestre; e ancora tante altre affascinanti scoperte…

Nel libro L'ENERGIA ODICA sono riportate quasi tutte le straordinarie e meticolose ricerche di Reichenbach, con l'aggiunta di figure e note esplicative. Una appendice di tabelle tratte dall'opera maggiore di Reichenbach estende e completa gli elenchi delle caratteristiche odiche. Seguono appendici con una interessante biografia del barone scienziato, l'elenco delle sue opere, un'altra di libri su vari aspetti dell'energia eterica, e infine una guida con consigli e idee per sperimentare con l'Energia Odica. Seconda edizione, riveduta e ampliata.

Read more

About the author

 Karl Ludwig Von Reichenbach (1788-1869) è stato un genio del suo tempo: illustre chimico, geologo, metallurgista, naturalista, imprenditore industriale, filosofo, membro della prestigiosa Accademia Prussiana delle Scienze, innovò l'industria siderurgica, scoprì molti prodotti chimici (paraffina, acido fenico, creosoto, e altri), ed eseguì studi e esami innovativi sui meteoriti. Dal 1839 studiò patologie come la nevrastenia e il sonnambulismo, che lo portarono infine alla scoperta e allo studio dell'energia vitale che permea ogni cosa, e dei misteriosi ed affascinanti fenomeni ad essa collegati.
Conseguita la laurea (Philosophiae Doctor) all'Università di Tubinga, scelse di dedicarsi alla metallurgia, e visitò gran parte delle fabbriche e delle fonderie della Francia e della Germania. Dopo essersi distinto come dirigente e responsabile delle acciaierie del naturalista e industriale Conte Hugo Di Salm, nelle quali migliorò e innovò i processi produttivi, Reichenbach fondò la prima compagnia metallurgica moderna, nel sud della Germania, e successivamente a Baden, ricavandone una notevole fortuna economica. Nello stesso periodo, il Re di Württemberg gli conferì il titolo di Barone. Reichenbach acquistò il Castello di Kobenzl, sito a Reisenberg vicino Vienna, e vi si stabilì. Lo dotò di una vasta libreria scientifica, e di diverse collezioni scientifiche, inclusa una delle migliori raccolte al mondo di meteoriti, e del grande erbario di Sieber. Condusse originali indagini scientifiche in molti campi, quali la chimica, la geologia e la fisiologia. La prima monografia geologica che apparve in Austria fu la sua Geologische Mitteilungen aus Mähren (Vienna, 1834). La sua posizione di capo della grande industria chimica, del ferro, delle fornaci e delle macchine utensili gli assicurò ottime opportunità di condurre ricerche sperimentali su vasta scala. Dal 1830 al 1834 investigò i complessi prodotti della distillazione di sostanze organiche come il carbone, il legno e il catrame, scoprendo numerosi e utili idrocarburi complessi, come il creosoto (disinfettante), la paraffina, l'eupione, il fenolo (antisettico, anche detto acido fenico), il pittacal e il cidreret (coloranti), il picamar (una base per profumi), l'assamar (la sostanza gialla e amara che si sviluppa dalla cottura eccessiva delle carni), il capnomor (un olio odoroso), e altri. Sotto il nome di eupione Reichenbach incluse la mistura di idrocarburi oleosi oggi noti come paraffine cerose o olii di carbone. Descrivendo tale sostanza nei suoi quaderni, pubblicati per la prima volta nel Neues Jahrbuch der Chemie und Physik, si soffermò sull'importanza economica di questa paraffina e delle altre sostanze associate, benché non fosse ancora stato individuato un processo economicamente conveniente per separarle dai composti bituminosi. Reichenbach è stato inoltre il fondatore della moderna classificazione dei meteoriti, in base al loro contenuto e alla loro struttura. Dal 1839 studiò patologie come la nevrastenia e il sonnambulismo, rendendosi presto conto dell'esistenza di soggetti estremamente sensibili, che definì sensitivi. Da questi iniziò il suo studio dell'energia vitale e, correggendo gli insegnamenti di Mesmer, sviluppò gradualmente la sua teoria dell'OD. Nella residenza di Reisenberg condusse la maggior parte dei suoi esperimenti, . Reichenbach eseguì con rigore e metodo scientifico migliaia di esperimenti nella sua famosa "camera oscura", avvalendosi delle percezioni di moltissimi sensitivi da lui selezionati, e pubblicò la sua straordinaria opera Ricerche su Magnetismo, Elettricità, Calore, Luce, Cristallizzazione e Attrazioni Chimiche, nelle loro Relazioni con la Forza Vitale. Reichenbach si aspettava che il suo lavoro sull'energia Odica fosse accolto con grande interesse dal mondo scientifico. Ma la scienza aveva da poco confutato il mesmerismo, e il suo lavoro venne erroneamente ritenuto simile a quello. Inoltre, la ricerca di Reichenbach non si appoggiava su dati ottenuti con strumenti di rilevazione, anche se innovativi, ma unicamente sulla testimonianza dei sensitivi, per quanto molti di essi appartenessero anche a classi sociali elevate e godessero di pubblica stima. Di conseguenza, tutte le sue scoperte vennero quasi totalmente ignorate. Nello stesso periodo, per il giornale tedesco Allgemeine Zeitung Reichenbach scrisse la serie di articoli noti come Lettere sull'OD e il magnetismo (pubblicate in italiano nel libro L'Energia Odica, OmPhi Labs, 2013), nelle quali riassumeva in forma divulgativa gran parte dei risultati delle sue ricerche. Ma da allora entrò in aperto conflitto col mondo accademico, dal quale venne dapprima osteggiato, poi attaccato con ogni mezzo, anche sleale, come il rifiuto di partecipare alle sue dimostrazioni scientifiche sui fenomeni odici. Abbandonato da tutti, presto gli venero meno anche le disponibilità economiche, finché si trovò costretto a cedere anche il Castello di Reisenberg con tutte le sue preziose collezioni, un colpo per lui gravissimo: si stabilì in una stanza d'albergo a Vienna, dove morì in solitudine nel 1869.

Read more
Loading...

Additional Information

Publisher
OmPhi Labs
Read more
Published on
Mar 2, 2015
Read more
Pages
206
Read more
ISBN
9788890883194
Read more
Read more
Best For
Read more
Language
Italian
Read more
Genres
Body, Mind & Spirit / Parapsychology / ESP (Clairvoyance, Precognition, Telepathy)
Read more
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
“Essere Angeli Umani” è il libro italiano che ha ispirato il mondo. La sua versione inglese “We are Human Angels” è diventata il punto di riferimento della comunità planetaria degli Angeli Umani. Questo libro ha saputo toccare così profondamente il cuore dei lettori, da essere, a poco più di un anno dalla sua pubblicazione, tradotto in molte lingue dai lettori stessi. E molte altre traduzioni stanno per arrivare. Il risultato è che questa nostra creatura, nata da un profondo percorso di guarigione e consapevolezza, sta ora diffondendo nel mondo quel messaggio di pace e di risveglio planetario di cui l’umanità ora ha davvero bisogno.
Se senti di avere un talento speciale per aiutare gli altri, se senti di essere nato per uno scopo più grande e vorresti manifestarlo, probabilmente sei un Angelo Umano. Gli Angeli Umani sono anime che hanno scelto di incarnarsi ora su questo pianeta per risvegliarsi e risvegliare l’umanità all’Amore Incondizionato e alla consapevolezza dell’Uno. Scritto con l’aiuto di potenti canalizzazioni, questo libro è la prima guida pratica per Angeli Umani: “Le 7 chiavi per guarire dall’ego” e “Le 7 chiavi per vivere con il cuore al servizio dell’Uno” ti guideranno, passo dopo passo, nel tuo viaggio dal superamento dell’ego e della sofferenza, fino alla realizzazione della tua vera natura di Angelo Umano. “Essere Angeli Umani” è anche una chiamata al risveglio per te e per tutti gli Angeli Umani del pianeta. E’ giunto il tempo di accendere la nostra luce interiore per guidare l’umanità nella transizione dal mondo dell’ego (che ha iniziato la sua drammatica caduta) al mondo dell’Uno, che è il Paradiso in terra.
IL TERZO OCCHIO: 

Sono sempre esistite delle chiavi mistiche per la liberazione delle forze associate all'organo della visione interiore. In passato, quello straordinario gruppo di individui, conosciuti come alchimisti, è stato la punta avanzata di questa conoscenza. Con l'affermarsi della religione ortodossa in Europa negli ultimi due millenni, molte delle tecniche alchemiche sono state tenute nascoste, ed alcune sono state perfino perse. Nel secolo scorso, H. B. Blavatsky, con la Teosofia ha introdotto alcune chiavi orientali. Lo Yoga può essere considerato la suprema chiave orientale. Attraverso i secoli esso è cambiato e si è adattato ai bisogni dei tempi. Negli ultimi venticinque anni lo Yoga si è enormemente diffuso in Occidente, con le sue svariate tecniche di sviluppo spirituale. Nessuna di queste, però, sembra aver raggiunto lo scopo prefisso: la creazione di un tipo superiore di uomo. 

L'autore di questo libro, medico occidentale, perfettamente versato nel modo di vivere occidentale, ha dedicato trent'anni alla disciplina di se stesso, seguendo sia gli insegnamenti degli alchimisti, che alcune tecniche orientali di sviluppo, che hanno provato là loro efficacia nell'aprire il suo organo della visione interiore. In questo libro egli descrive in sintesi le più affidabili, sicure e spiritualizzanti di queste tecniche; le più adatte agli Occidentali, che si trovano ad affrontare una vita dominata dallo stress e dalle eccessive richieste.

In questo lavoro viene gettata nuova luce sulla meditazione, e vengono offerte tecniche e discipline in maniera allo stesso tempo diretta e pratica.

Nella mente di molti – ricercatori, medici e pazienti – si sta facendo strada la convinzione che il corpo e il cervello parlano fra loro e si influenzano reciprocamente, nella salute come nella malattia. Questa convinzione, già ben chiara nei saperi della medicina ippocratica e delle medicine orientali, trova oggi fondamento scientifico nelle neuroscienze, nella Psiconeuroendocrinoimmunologia, nella medicina centrata sulle emozioni come ponte tra psiche e soma e sull'energia come chiave essenziale della vita. Cos'è la guarigione? Cosa la determina veramente? Come far sì che accada? È ormai sempre più chiaro che non esiste una sola e unica medicina e che le strade della guarigione scorrono necessariamente attraverso l'integrazione di più saperi e di più prospettive. Alla luce delle più recenti ricerche di neurofisiologia, scienze della psiche e fisica quantistica, questo libro esplica i sette principi della potente interazione tra psiche e corpo nei processi di guarigione, fornendo risposte scientifiche agli interrogativi sui meccanismi che la attivano e individuando terapie che consentono di accendere questi interruttori profondi. E lo fa attraverso riflessioni, esempi e casi reali raccontati da una psichiatra, un medico eclettico, dalla formazione rigorosa ma dalla mente aperta, impegnata da ormai più di 15 anni nel cercare la strada verso la guarigione di patologie anche gravi dell'unità psicosoma, utilizzando sinergie terapeutiche che rafforzano le cure ufficiali con trattamenti innovativi, in una appassionata attività di instancabile riparazione della sofferenza, con il paziente, o meglio la persona, sempre, costantemente al centro. "Leggere questo libro mi ha emozionato, all'autrice va tutta la mia più sincera gratitudine per aver messo a disposizione di tutti le sue preziose conoscenze" L'AUTRICE: La dott. Erica F. Poli è medico psichiatra, psicoterapeuta e counselor. Membro di molte società scientifiche, tra cui IEDTA (International Experiential Dynamic Therapy Association), ISTDPInstitute e OPIFER (Organizzazione Psicoanalisti Italiani Federazione e Registro), annovera un’approfondita ed eclettica formazione psicoterapeutica che le ha fornito la capacità di affrontare il mondo della psiche fino alla spiritualità, sviluppando un personale metodo di lavoro interdisciplinare e psicosomatico.
©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.