Dicembre in love

Ruby J. Hart
2
Free sample

Melanie è una zitella con la Z maiuscola, abita a Cleveland e ha un buon lavoro come architetto d’interni. Per il resto, la sua vita è monotona: cibo spazzatura, telefilm, odio verso i suoi nuovi vicini di casa e solitudine.Cinque anni fa, ha chiuso con l’amore e non vuole tornare sulla via della perdizione, non vuole più innamorarsi.
La sua routine viene stravolta quando suo fratello le affida per un mese i suoi quattro figli, poiché impegnato a salvare il suo matrimonio.
Per ricambiare un favore, Melanie accetta; non può immaginare che grazie alla presenza dei suoi nipoti incontrerà l’uomo della sua vita…
Steve Moore è un giovane dottore ma soprattutto, il nuovo vicino di Melanie. Un vero playboy esibizionista e nudista.
Riuscirà Steve a porre fine alle paure di Melanie, fino a farla innamorare?
Leggete e saprete. Però, ricordate: nulla è come sembra.
L’amore arriva quando meno te lo aspetti!

Nota: Questo è un racconto romance, genere: commedia, clean and wholesome. Vuol dire che non sono presenti scene di sesso sfrenato o violenza. Trattandosi di un racconto e non di un libro, la storia è sviluppata in nove capitoli di media lunghezza.
Un colpo di fulmine natalizio.
Read more
Collapse
4.5
2 total
Loading...

Additional Information

Publisher
Ruby J. Hart
Read more
Collapse
Published on
Dec 8, 2017
Read more
Collapse
Pages
51
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Read more
Collapse
Language
Italian
Read more
Collapse
Genres
Fiction / Family Life / General
Fiction / General
Fiction / Holidays
Fiction / Humorous / General
Fiction / Romance / Action & Adventure
Fiction / Romance / Contemporary
Fiction / Romance / General
Fiction / Romance / Holiday
Fiction / Romance / New Adult
Fiction / Romance / Romantic Comedy
Fiction / Short Stories (single author)
Humor / General
Read more
Collapse
Content Protection
This content is DRM protected.
Read more
Collapse
Read Aloud
Available on Android devices
Read more
Collapse
Eligible for Family Library

Reading information

Smartphones and Tablets

Install the Google Play Books app for Android and iPad/iPhone. It syncs automatically with your account and allows you to read online or offline wherever you are.

Laptops and Computers

You can read books purchased on Google Play using your computer's web browser.

eReaders and other devices

To read on e-ink devices like the Sony eReader or Barnes & Noble Nook, you'll need to download a file and transfer it to your device. Please follow the detailed Help center instructions to transfer the files to supported eReaders.
Un uomo comune, una donna particolare.

“E perché non ti piace il sesso?” A Giorgio sembrava di essere Socrate che interrogava i discepoli.
“È troppo umido.”
Quel che restava del ghiacciolo di Giorgio si staccò dallo stecchino e si abbatté al suolo.
C'erano mille modi con cui Giorgio avrebbe potuto reagire, e tra questi c'era anche scoppiare a ridere, ma si trattenne e optò per continuare a fare il Socrate curioso.
“Umido? In che senso?” domandò.
“Sperma, fluidi vaginali, sudore, saliva...”
“Ah in quel senso.”
Rimanere seri stava diventando un’impresa.
“A me tutto quel bagnato non piace molto” precisò Agata.
“Pare però che tutto quel bagnato sia fondamentale per la buona riuscita della ehm… faccenda. Almeno, così ho sentito dire.”
“Come sarebbe che hai sentito dire? Hai un figlio, lo saprai per certo, no?”
“Era per dare autorevolezza all'informazione. Sono abbastanza sicuro che un buon tasso di umidità sia indispensabile.”
Agata sembrava perplessa.
Aveva sperato che Giorgio la pensasse come lei. Non che avesse intervistato molta gente sull'argomento, ma aveva la sensazione che agli altri tutta l'umidità coinvolta nel sesso piacesse parecchio. Insomma, tanto per cambiare, quella strana era lei.
Anche il ghiacciolo di Agata era finito, Giorgio le sfilò di mano lo stecchino senza sfiorarle nemmeno le dita e li posò uno sopra l'altro sul bracciolo del dondolo.
“Visto che siamo in vena di confidenze” proseguì lui, “sei per caso vergine?”
“Ma no!” esclamò lei, scandalizzata. “Ho trentadue anni!”
“Non sarebbe mica un crimine.”
“L'ho già fatto tre volte…” Il tono un po' spavaldo era decisamente fuori luogo, ma tutta Agata era così, per cui non c'era niente di nuovo.
“Addirittura tre!” Colpo di tosse. Ridere stava diventando un bisogno impellente.
“...e con tre uomini diversi. È stato appiccicoso e molliccio. Conclusione: non fa per me.”
“Il molliccio non mi torna.”
Giorgio s'era messo due dita negli occhi per resistere.
“Sai quando sei lì... e l'altro trema...”
“Mh...”
“Non è molliccio?”
“Dipende.”
“Comunque, immagino sia soggettivo” concluse Agata.
“Sì. Decisamente soggettivo” confermò Giorgio.

Giorgio, 44 anni, di mestiere fa l'agronomo ed è divorziato.
L’estate che incombe su Torino gli porta una grossa preoccupazione: dovrà trascorrere due mesi con il figlio Emanuele, un adolescente affetto da una leggera forma di autismo.
Un pomeriggio, quando le cose si complicano, nella mansarda sopra il loro appartamento arriva Agata, una modella con una personalità “particolare” e le certezze di Giorgio vanno a farsi un giro.
Un playboy ereditiere. Una floral designer sull'orlo del fallimento. Un finto matrimonio finito male... o forse no?


Ronan
Sono nato ricco, ma non posso toccare il mio fondo fiduciario fino al compimento dei 35 anni. A meno che non mi sposi. La monogamia, però, non fa per me e il matrimonio è un compromesso da non prendere neanche in considerazione.


Almeno finora. La mia azienda è a rischio e devo attingere dal fondo fiduciario. E per farlo, ho bisogno di una moglie.


Ava è bella, raffinata e intelligente. È anche un'attrice incredibile ed è perfettamente in grado di adattarsi alla società degli Hamptons.


È sotto ogni aspetto la moglie per finta perfetta per me. Se non fosse che vorrei attingere anche da lei.


Ava
Non avrei mai immaginato di prendere in considerazione un finto matrimonio. Volevo solo che la mia attività decollasse e un giorno, magari, incontrare l'uomo giusto per me.


Ma con i miei sogni sull'orlo del fallimento, l'offerta di Ronan è l'unica via di uscita. Purtroppo, c'è un inghippo. Quando Ronan mi guarda, le ginocchia mi diventano di gelatina, e quando mi tocca, il mio corpo si accende come un dannatissimo albero di Natale.


Di sicuro, non è l'uomo giusto. È prepotente, testardo e passionale e anche se sa come incantare una donna, non posso permettermi di cedere al suo fascino, né a lui.


È la mia salvezza economica. Ma se non sto attenta, mi spezzerà il cuore.


L'erede di Manhattan è una storia sensuale e unica con un lieto fine. Se ami le storie sensuali, i provocanti scambi di battute e ridere e piangere insieme ai personaggi, non puoi perderti la storia di Ronan e Ava!

©2018 GoogleSite Terms of ServicePrivacyDevelopersArtistsAbout Google|Location: United StatesLanguage: English (United States)
By purchasing this item, you are transacting with Google Payments and agreeing to the Google Payments Terms of Service and Privacy Notice.